Errori grossolani e false speranze: colpa del Dr. House?

dr-house-1.jpgSegnaliamo qui un post molto interessante del blog Arte e Salute in merito ai serial medico/psicologico.

di Emanuela Zerbinatti

Dr. House - Medical Division, ER - Medici in prima linea e poi, per gli amanti della psicologia, Criminal Intent passando per Detective Monk , che se non proprio un aiutante medico è almeno il più bel esempio di disturbo ossessivo compulsivo che la televisione abbia mai generato. Questa la programmazione sbandierata da Mediaset per pubblicizzare Joy, una delle sue ultime tre creazioni.

Per alcuni giorni mi sono davvero illusa che qualcuno nel cervellotico mondo della Tv digitale avesse creato un canale dedicato ai film e telefilm di carattere medico/psicologico. Avrei acceso un cero per lui/lei? E invece no. A parte che di film riguardanti medici, malati e malattie nemmeno a parlarne, ma soprattutto dall'elenco di serie televisive mancano Grey's anatomy, Scrubs - Medici ai primi ferri e Criminal minds , i vari CSI, più il non trascurabile Bones che hanno la loro bella indagine criminologica a cavallo tra il medico e l'investigativo. Per un canale che me li metteva tutti insieme avrei anche pagato gli 8 euro al mese che ti vogliono spillare. "Bella forza!" direte voi. Ma vi assicuro che non è deformazione professionale, anzi, a sentire certe "autorevoli" statistiche che girano negli ambienti medici, queste serie ai dottori veri non piacciono e le trovano pure "diseducative" per i pazienti. O io sono una mosca bianca o qualcuno, quando risponde ai sondaggi si vergogna di ammettere che le guarda con piacere. Non che io le trovi tutte corrette dal punto di vista "educativo". Mi incavolo parecchio quando vedo certi errori grossolani, soprattutto se vanno nella direzione di creare una falsa speranza nei malati o nei loro familiari. Un esempio per tutti. Continua a leggere il post su Arte e Salute

  • shares
  • Mail