Incubo smog: il biodiesel è la soluzione?

smog-bici.jpg

L'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente (APAT) ha pubblicato un suo rapportino sullo stato della qualità dell'ambiente in Italia (lo trovate allegato all'articolo de Il Sole -24 ore). Ecoalfabeta riepiloga brevemente i dati pubblicati: in breve, nelle grandi città l'aria fa schifo. Il limite di legge di 50 µg/m³ viene superato per cinque - sei mesi all'anno nelle principali città italiane, Roma, Milano (nella foto), Torino e Venezia (grafico qui a sinistra). Il superamento dovrebbe avvenire al massimo per 35 giorni. La legge c'è, ma evidentemente non viene rispettatta da nessuno e non viene spesa nenache una parola sugli effetti del particolato sui nostri polmoni.

Oltre a una tassa dei trasporti su gomma, anche il biodiesel potrebbe essere la soluzione e Paroleverdi ci segnala le ultime dal mercato Usa. Dal 2004 i produttori statunitensi ricevono un sussidio di circa 200,00 euro la tonnellata, che consente loro di vendere la miscela B99 in Europa a prezzi sensibilmente inferiori rispetto a quelli praticati dai produttori del Vecchio Continente.

E tale sistema di aiuti economici dovrebbe favorire i produttori statunitensi anche nel 2008. Per questo motivo, l'Ebb ha deciso all'unanimità di passare dalle minacce e dalle proteste alle vie di fatto, avviando un'azione legale contro l'esportazione del B99 statunitense, rivolgendosi alla Commissione Europea.

L'inquinamento invernale è dato anche dalle basse temperaure. Infatti, Petrolio scrive che in USA quest'inverno, per fare fronte alle spese per il riscaldamento, almeno 27 milioni di americani dovranno ricorrere ai prestiti bancari e 20 milioni useranno la carta di credito per poter pagare a rate.

(tratto da Blogosfere Economia e Finanza

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: