Iceberg: ne parla Il Professor Echos

iceberg-flickr1.jpg

di Luciano Vecchi

A metà degli anni 1970, un cambiamento del clima ha raffreddato le temperature superficiali dell'Oceano Pacifico centrale e riscaldato la costa occidentale del Nord America, portando modifiche a lungo raggio nel Nord. Dopo questo cambiamento climatico, secondo gli studiosi, è iniziata l'era di tempeste ed uragani sempre più frequenti e all'aumento delle temperature.

Visivamente, a subirne le conseguenze, sono state le grandi masse di ghiaccio che si staccano dai ghiacciai e dalle piattaforme di ghiaccio galleggianti, andando a vagabondare negli oceani. (foto Flickr, adventureaddict)

Continua a leggere su Il Professor Echos

  • shares
  • Mail