Greenpeace, al bando le incandescenti! L'intervista al comico Diego Parassole

diego-parassole1.jpgDiego Parassole e Leonardo Manera, i due comici di Zelig, si sono travestiti da lampadine. Perchè? Per mettere al bando le incadescenti. Greenpeace infatti ha lanciato una campagna per puntare al risparmio di denaro e Co2.

Le tradizionali lampadine incandescenti disperdono infatti sotto forma di calore oltre il 90% dell'energia elettrica consumata, e solo il 10% si trasforma in luce. È un enorme spreco di energia che potrebbe essere evitato utilizzando lampade fluorescenti compatte ad alta efficienza che permettono di abbattere i consumi dell'80%. Con benefici economici per i consumatori e per l'ambiente.

Diego e Leonardo si sono quindi travestiti da lampadine e hano girato alcuni video a Milano per promuovere la campagna. Per ora potete vedere i clip soltanto sul sito di Greenpeace, ma nei prossimi mesi, forse, si tradurranno in pubblicità progresso a rotazione televisiva. Cliccate sul video:

Noi abbiamo incontrato Diego Parassole che ci ha spiegato com'è nata la collaborazione con Greenpeace.

greenpeace-lampadine.jpgLuca Gastini, avvocato e mio amico di infanzia che ha seguito la legge sugli ftalati (sostanze tossiche usate ad esempio sui succhiotti per renderli più morbidi) ha fatto da ponte fra me e Leonardo e Greenpeace. Abbiamo accettato di partecipare molto volentieri, vista l'emergenza ambientale degli ultimi anni".

Diego, quando evete iniziato a girare gli spot?

L'idea è partita ad aprile e abbiamo girato tutti i i video a Milano. Volevamo  improvvisare a contatto con le persone, creare situazioni divertenti  e imprevedibile. Abbiamo girato tutto in una giornata sola, ricavando circa 15-20 video che verranno caricati sul sito di Greenpeace.

Quanto senti vicino l'impegno a favore dell'ambiente?

Sono sempre stato un ecologista. Nel 1987 ho partecipato a fianco dei Radicali alla campagna contro il nucleare, poi ho anche studiato veterinaria e anche nelle battute nei miei spettacoli l'argomento ritorna molto spesso.

Cliccate sull'immagine per vedere secondo video!

  • shares
  • Mail