Topi e panini al cartone: in Cina è allarme alimentare

Se siete stati in Cina vi sarà capitato di visitare i mercatini locali. In Cina meridionale esistono ancora mercati, che vendono gatti, uccelli e castori vivi, appesi in condizioni spesso raccapriccianti. Se siete impressionati da quello che avete letto fino ad ora, purtroppo il peggio deve ancora arrivare.

banchetti%20di%20topo.jpg

Le autorità cinesi hanno calcolato che nelle scorse settimane sono stati uccisi 2,3 milioni di roditori per un peso totale di 90 tonnellate. Secondo i ristoratori con i topi, catturati e venduti a caro prezzo, si starebbero facendo ottimi affari. Non solo involtini primavera e wanton, anche piatti più singolari, come pene di cervo seccato, zampe di tigre e di orso.

Se non avete il fegato di assaggiare le "stranezze locali" e preferite stare sul classico, ad esempio sui ravioli al vapore, uno dei simboli della cucina cinese nel mondo, prestate comunque la debita attenzione. La televisione di Stato cinese ha mandato in onda un'allarmante inchiesta proprio su "Baozi" contraffatti.

Cominciamo a spiegare cosa sono i baozi. Si tratta di ravioli fatti con la pasta di pane che possono contenere, a seconda, o verdure o carne di maiale. Specialità locale davvero ottima, sempre che non vi capiti di mettere sotto i denti quelli ripieni di cartone. Sì, avete capito bene, ve lo assicuro.



Nel video
, realizzato da un giornalista con una telecamera nascosta, potete vedere perfettamente il procedimento. Il "cuoco" raccoglie da terra un pezzo di cartone e lo immerge in una bacinella piena di soda caustica. Dopo averlo ammorbidito lo sminuzza e lo mette a cuocere con del grasso animale e con delle spezie per  rendere questo "delizioso" condimento saporito. Ecco cosa c'è nella ricetta: 60% di cartone e 40% del resto.

Nonostante i tentativi del governo di migliorare la sicurezza alimentare del paese, i risultati non sono sempre soddisfacenti. Cosa ne pensate?

  • shares
  • Mail