Terremoto in Giappone: polemiche sulla fuga radioattiva

terremoto%20niigata%20giappone.jpg

Ieri per il Giappone è stata una giornata catastrofica, a poche ore dal passaggio del tifone Man-Yi, il paese è piombato in un altro incubo. Un violento terremoto, 6,8 gradi della scala Richter con epicentro in mare, ha colpito duramente la prefettura di Niigata, scatenando l'inferno nella città di Kashiwazaki.

La prima fortissima scossa intorno alle 10 del mattino, ora locale, un'altra quasi della stessa intensità durante la notte. Il bilancio è piuttosto drammatico, sarebbero nove i morti, mille i feriti, almeno trecento gli edifici distrutti e novemila le persone evacuate.

A rendere il quadro ancora più allarmante è stato l'incendio alla centrale nucleare di Kashiwazaki Kariwa, la più grande del mondo. Per tutto il giorno le autorità locali e la Tepco, società che gestisce la centrale, hanno tentato di negare il danno, verso sera i media hanno invece svelato che una quantità, a quanto pare, minima di acqua pesante si è riversata nel Mar del Giappone.

teremoto%20niigata%20giappone%201.jpg

Si tratterebbe appena di due metri cubi di acqua, fuoriusciti dal circuito di raffreddamento della centrale, ma non si sa fino a che punto questa sia contaminata da isotopi radioattivi. L'incidente di ieri ha fatto crollare il mito della sicurezza sismica giapponese. Vista la conformazione geologica dell'arcipelago, ci si comincia a chiedere quanto sia stato saggio costruire  55 impianti atomici nel paese? Non sarebbe più prudente investire nelle fonti di energia, cosiddette, pulite? Cosa ne pensate?

Per approfondire ulteriormente leggi Arigatò, che ha seguito da vicino e con molta partecipazione l'accaduto. Visita anche Eco Alfabeta e Sostenibile che hanno realizzato dei post molto interessanti sul terremoto, riflettendo sulla preoccupante tendenza, che porta spesso le autorità a nascondere le proporzioni degli incidenti e le effettive conseguenze del danno ai cittadini, che rimangono all'oscuro dei pericoli che corrono.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: