Nasce la pubblicità per combattere la pubblicità

Il blogger di In Punta di penna ci ha segnalato la campagna 'People in need charity' promossa dall'organizzazione umanitaria Cordaid e realizzata dalla Saatchi & Saatchi, che ha ottenuto il prestigioso premio della categoria 'Outdoor' ai Cannes Lions 2007.

People%20in%20need%20charity.jpg

"Per bere una pinta di birra servono 4,50 €. 1,50 € per 50 litri di acqua fresca. Un paio di occhiali da sole costa 24 €. L’accesso all’acqua potabile 8 €. Il prezzo di un dopobarba è di 35 €. 6,50 € quello delle basi per una nuova casa. Si spendono 32 € per una borsetta. Con 4 € si acquista il cibo per una settimana intera.

Smettiamola, però, di far loro soltanto l’elemosina e aiutiamoli veramente a crescere con un piano di sviluppo che, una volta superata la fase dell’emergenza, aiuti queste popolazioni disagiate ad essere progressivamente sempre più autosufficienti.

People%20in%20need%20charity%201.jpg

Belle parole, ma non sono i soliti messaggi. Anche in questo caso, la mossa vincente dei responsabili della comunicazione era stata quella di cambiare il punto di vista, di colpire senza sconvolgere. Stravolgendo il visual sì, però! Perchè, a volte, un annuncio [specie se riguarda tematiche sociali 'scomode'] fa più effetto quando viene calato con disinvoltura in un contesto di presunta e ordinaria "normalità".

Per continuare a leggere il post visita In Punta di penna.

  • shares
  • Mail