Mamme senza età: una proteina allontana la menopausa

Le recenti statistiche mettono in evidenza un dato abbastanza allarmante, continua a crescere il numero delle quarantenni che si sottopongono alla fecondazione artificiale, percentuale che è aumentata di oltre dieci volte negli ultimi 15 anni.

Oggi le donne pensano prima alla carriera e poi alla famiglia, e considerato che sono poche quelle che riescono a fare entrambe le cose contemporaneamente, cosa ne sarà di noi tra una decina d'anni? Dovremmo forse immaginare un futuro senza figli? Naturalmente no. E se le donne non sono messe nelle condizioni di crescere professionalmente e di occuparsi dei propri bambini allo stesso tempo, allora ecco che interviene il sapere scientifico.


Create polls and vote for free. dPolls.com

Secondo gli esperti la soluzione potrebbe consistere nel ritardare la menopausa. Le donne, infatti, avanzando con l'età perdono la fertilità degli ovuli, se ha sedici anni ne hanno circa 400.000 attivi, a quarantasei spesso nessuno.

adriana%20iliescu%20-%2067%20anni.jpg

Un'equipe di medici e ricercatori, guidati dall'eclettico scienziato Lord Robert Winston avrebbe trovato una proteina in grado di proteggere gli ovuli della donna, mantenendoli fertili molto più a lungo di quanto sia possibile oggi.

L'annuncio è stato dato al Festival della scienza di Cheltenham. Voi cosa ne pensate di un mondo popolato da mamme senza età, in cui le ultracinquantenni col pancione saranno all'ordine del giorno?

Forse questo è uno di quei casi in cui la natura e il ciclo biologico della vita andrebbero rispettati. La persona che vedete nella foto sopra è Adriana Iliescu, la neo mamma più anziana del mondo, all'età di 67 anni ha partorito sua figlia, concepita attraverso la fecondazione eterologa in vitro. Se la vita è sempre qualcosa di meraviglioso, forse, ad una certa età, è anche il caso di riconoscere i propri limiti e frenare un istinto che sa di meramente egoistico. Lascio a voi i commenti, cosa ne pensate?

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: