Rivelazione shock: sesso orale a rischio tumore

este_97257_23420.jpgUna delle riviste mediche più famose del mondo, la New England Journal of Medicine, ha pubblicato uno studio condotto su un centinaio di persone con tumori alle tonsille, alla gola e alla lingua e i risultati sono davvero sconcertanti.

I ricercatori americani del Johns Hopkins Kimmel Cancer Center di Baltimora hanno osservato una correlazione tra il sesso orale e i tumori faringei. Siete a bocca aperta? Possiamo immaginare ma se state pensando che sia uno scherzo vi sbagliate.

Lo studio ha confermato l'ipotesi che determinate pratiche sessuali favoriscano effettivamente la trasmissione e quindi il contagio del virus Hpv, che rappresenta un fattore di rischio per lo sviluppo di neoplasie alla bocca e alla gola.

hpv%20bocca.jpgInoltre dalla ricerca è emerso che le persone, che nel corso della vita sono state infettate da questo virus presentano un rischio ben trentadue volte maggiore di sviluppare il cancro, non solo rispetto a chi non ha il papilloma virus (Hpv), ma addirittura triplicato rispetto ad un fumatore e due volte e mezzo rispetto ad un bevitore.

È bene chiarire comunque che l'Hpv si può trasmettere anche con un bacio e con il contatto della pelle ed è presente nei liquidi del corpo. Un'ampia fetta di popolazione mondiale nel corso della vita contrae il virus, ma le persone che poi effettivamente sviluppano un tumore sono una piccola minoranza. Esiste un rischio concreto soltanto se si viene contagiati da un determinato ceppo del virus, come ad esempio l'Hpv 16.

I tumori del cavo orale tuttavia sono in aumento. Negli Stati Uniti e da non molto tempo anche in Italia è in commercio il vaccino per il papilloma virus, efficace per prevenire tumori al collo dell'utero, ma ancora non si sa se è altrettanto efficace sugli uomini. Attualmente la ricerca dell'Hpv viene aggiunta al Pap test, ma non esistono screening specifici per il cavo orale, in futuro chissà...

  • shares
  • Mail