Video tributo al killer del Virginia Tech e la libertà di internet ne paga le conseguenze

Ci siamo interrogati a lungo, chiedendoci quanto fosse giusto dare visibilità ad un video dal contenuto così ignobile e vergognoso, omaggio di pessimo gusto a Cho Seung-Hui, killer del Virginia Tech, che su You Tube, fino a questo momento, è stato visto la bellezza di 44,465 volte.

Questo video non può che far riflettere, non solo sul fatto che il mondo, purtroppo per noi, è pieno di pazzi furiosi, invasati, fanatici, che hanno completamente perso di vista il modo in cui un uomo dovrebbe stare al mondo. Ma obbliga, anche, a riflettere sulle diversità culturali, che in alcuni casi, non riescono, anzi, che più probabilmente, non vogliono trovare un punto d'incontro.

Il filmato lascia sbigottiti, sgomenti e in un certo senso anche un po' impauriti al pensiero di essere in balia del fanatismo, dell'intolleranza, della rabbia di un folle, che all'improvviso potrebbe decidere di calarsi nei panni di rambo, nei panni di crudele giustiziere.

fiacc virg tech.jpgQualcuno punterà senz'altro il dito contro la libertà di internet, che consente a video di questo genere di circolare in rete, qualcuno boicotterà You Tube, come era accaduto non molto tempo fa con Google, mettendo in discussione il mancato controllo dei contenuti.

In realtà il termine libertà, suggerisce già di per sé, qualcosa che non ha nulla a che vedere con la costrizione e con la censura. Internet è uno strumento infinitamente prezioso, che mette generosamente a disposizione di tutti, servizi molto utili e dalle incredibili potenzialità. Il fatto di utilizzarlo in modo più o meno corretto sta all'intelligenza di ciascuno di noi. Senza l'esistenza della rete, chissà di quante cose rimarremmo allo scuro. Essere informati su quanto ci circonda è fondamentale e l'informazione deve poter circolare liberamente e noi abbiamo il dovere di protestare tutto il nostro disgusto verso tanta squallore e tanto odio.

  • shares
  • Mail