Il bancomat diventa una farmacia virtuale

farmacia01.jpg

Vi sarà capitato di cercare una farmacia la domenica, quando la maggior parte di esse sono chiuse? E magari in queste occasioni quelle di turno sono troppi distanti da casa? Beh una valida soluzione al problema potrebbe giungere da un progetto co-finanziato dall'Unione Europea.

Vi state domandando di che cosa si tratta? Cosa pensereste se da domani i medicinali cominciasse a venderli il bancomat. Ecco un'idea che potrebbe davvero risolvere questo problema. Il nuovo sportello farmaceutico intelligente è un macchinario firmato dal consorzio Pharmaclick e dalla Prhomo, un'azienda torinese, dal design Pininfarina.

Il nuovo bancomat non andrà a sostituire le farmacie, si tratta solo di un presidio alternativo nel momento in cui diventa difficoltoso raggiungerne una. La distribuzione dei medicinali sarà sempre  il frutto dell'interazione tra medico e paziente, l'unica differenza consisterà nel fatto che la conversazione avverrà mediante uno schermo video e un collegamento audio.

farmacia croce.jpgIl farmacista permetterà l'erogazione del farmaco richiesto soltanto dopo aver parlato col cliente e aver effettivamente accertato la necessità del farmaco richiesto. Lo sportello automatico conterrà al massimo cinquecento prodotti, che, nonostante la particolare modalità di distribuzione, non saranno aggravati da nessuna tassa aggiuntiva.

La sperimentazione di questo meccanismo inizialmente coinvolgerà soltanto tre comuni italiani e tre località estere. I farmaci si potranno pagare inserendo contanti, bancomat e carte di credito. Il progetto merita davvero d'essere testato, cosa ne pensate?

  • shares
  • Mail