Caffè in gravidanza: ci sono controindicazioni?

Caffè in gravidanza: esiste una quantità sicura?

Caffe in gravidanza

Bere caffè in gravidanza è sicuro per il bambino? La risposta a questa domanda potrebbe turbare le future mamme che amano moltissimo il caffè. Le donne in gravidanza o che stanno cercando di concepire dovrebbero infatti evitare di assumere questa tanto amata bevanda, e a dirlo è un approfondito studio pubblicato sulla rivista BMJ Evidence Based Medicine.

A quanto pare non esiste un livello di consumo che possa essere considerato “sicuro” per il bambino. Per il loro studio, gli autori hanno eseguito una revisione di precedenti ricerche in merito agli effetti della caffeina in gravidanza. In particolar modo, degli oltre 1000 studi esaminati, gli autori ne hanno selezionati 48, dai quali sono emersi dati molto significativi.

Pare infatti che il consumo di caffè in gravidanza possa essere collegato a un maggior rischio di


  • Aborto spontaneo

  • Natimortalità

  • Basso peso alla nascita e/o dimensioni piccole per l'età gestazionale

  • Nascita pretermine

  • Leucemia acuta infantile

  • Sovrappeso e obesità infantile.


In realtà nessuna meta-analisi ha direttamente esaminato l'associazione tra consumo materno di caffeina e sovrappeso e obesità nei bambini, ma sono state comunque rilevate delle associazioni significative e degne di nota.

Alla luce di quanto osservato, gli autori sostengono che esiste una "sostanziale evidenza cumulativa" dell’esistenza di un'associazione tra consumo materno di caffeina e potenziali effetti negativi per il bambino, quindi – sottolineano - le attuali raccomandazioni sulla salute riguardanti il consumo di caffeina durante la gravidanza dovrebbero essere sottoposte a una "revisione radicale".

via | ScienceDaily
Foto di Alexas_Fotos da Pixabay

  • shares
  • Mail