Discoteche e covid 19: il parere dell’esperto

Covid-19 e discoteche: il contagio è inevitabile. Ecco cosa spiega l’esperto Walter Ricciardi.

Discoteche e covid 19

Il contagio da Covid-19 è quasi inevitabile nelle discoteche. A sottolinearlo è stato Walter Ricciardi, docente di Igiene alla Cattolica di Roma e consigliere del ministro della Salute, che a quanto sembra sarebbe stato contrario alla riapertura delle discoteche durante questa fase di pandemia che ha colpito il mondo intero. Il perché è presto detto e facilmente immaginabile.

Le discoteche sono ambienti in cui il virus può circolare maggiormente, poiché in questi luoghi coesistono tutti i fattori che predispongono al contagio.

Chiunque ragioni in termini di evidenza scientifica sostiene che le attività che comportano l'impossibilità di mantenere la distanza di sicurezza e di indossare la mascherina, nel caso venga abbassata la distanza, portano ad un aumento dei contagi. E' inevitabile.

Sono queste le parole recentemente rilasciate da Ricciardi all'Adnkronos Salute, dove aggiunge che è fondamentale evitare di ritrovarsi in contesti che favoriscono l’abbassamento delle misure di sicurezza, come le discoteche per l'appunto:

Le discoteche sono un ambiente in cui si riduce la distanza di sicurezza e, al contempo, si emettono particelle virali attraverso la respirazione, il ballo, il canto. In un momento in cui, per altro, le evidenze scientifiche ci dicono che il virus non soltanto si trasmette attraverso i droplets (goccioline emesse nella respirazione) ma anche attraverso l'aerosol, quindi a maggior distanza di due metri. E' chiaro che le conseguenze sono quelle di una maggiore diffusione.

via | AdnKronos
Foto di Free-Photos da Pixabay

  • shares
  • Mail