Ambiente e società: a Nantes nascono gli orti solidali contro la povertà da Covid

L'emergenza sanitaria ha creato una nuova situazione di indigenza, a cui il comune di Nantes ha voluto sopperire in modo creativo e amico dell'ambiente

Nantes paesaggi nutrienti

Purtroppo non è un mistero che la pandemia da Covid-19 abbia messo in ginocchio non solo il sistema sanitario mondiale, ma anche l'economia globale. Ma a Nantes, per fare fronte alla crisi e tamponare la nuova e inattesa situazione di indigenza della popolazione, è stato attivato un progetto bellissimo, atto a tamponare il problema, venendo incontro alle famiglie più bisognose.

Il nome del progetto è anche molto evocativo ed è infatti Paysages Nourriciers, che di fatto significa paesaggi nutrienti. In giro per la cittadina francese sono stati avviati 50 orti solidali e 10mila piante, affidati alle cure di giardinieri esperti, col fine di trasformare la produzione ortofrutticola in approvvigionamenti gratuiti per chi è indigente.

Durante la fase di lockdown, il Banco Alimentare locale ha visto decuplicarsi la domanda di beni di prima necessità, facendo comprendere quanto fosse necessario implementare in modo efficace il servizio offerto alla comunità di Nantes. La sindaca del comune francese, Johanna Rolland, ha accolto con gioia l'iniziativa, che ha dato un po' di respiro a molte famiglie:

Le associazioni che normalmente forniscono aiuti alimentari hanno visto crescere il numero di richieste in modo esponenziale. Sono moltissime le famiglie che non hanno più accesso a cibo sano e di qualità, tanti hanno perso il lavoro, la precarietà del momento ci riguarda tutti

Johanna Rolland

Il sostegno e la spinta dell'amministrazione comunale sono stati fondamentali, dando supporto al Centro comunale d’azione sociale e alla società di servizi che si occupa della manutenzione del verde pubblico. I fossati del castello di Nantes, come le aree verdi che circondano il Municipio, si sono quindi trasformati in aree di semina e coltivazione di pomodori, patate, zucchine, bietole e mais con l’aiuto dei volontari dell’associazione EmpowerNantes e di giovani agricoltori locali.

I paesaggi nutrienti di Nantes di certo cambieranno per un po' l'estetica della cittadina della Loira, rinunciando al classico verde pubblico, a vantaggio di campi coltivati. Un colpo d'occhio ugualmente, specie pensando al bene che questa iniziativa fa alla popolazione. Ottima soluzione davvero.

Via | Gambero Rosso
Foto | iStock

  • shares
  • Mail