Tosse e mascherine: una relazione pericolosa?

Spiegata la pericolosa relazione fra tosse e mascherine chirurgiche.

mascherine coronavirus

Tosse e mascherine chirurgiche: cosa bisogna sapere? A fare chiarezza su questo importante argomento è un nuovo studio pubblicato su 'Physics of Fluids' e condotto dai membri della University of Nicosia, secondo cui i colpi di tosse potrebbero ridurre l’efficacia della mascherina chirurgica, e ciò può causare l’emissione di goccioline che arriverebbero a viaggiare fino a un metro di distanza.

Per giungere a questa conclusione, gli autori hanno utilizzato dei modelli computerizzati per mappare gli schemi del flusso di goccioline emesse quando si tossisce ripetutamente (naturalmente indossando la mascherina).

Ebbene, dallo studio è emerso che tossire più volte danneggia la capacità filtrante delle mascherine, e ciò consente alle goccioline di viaggiare, arrivando fino a 1 metro di distanza (contro i 5,48 metri registrati quando una persona tossisce senza la mascherina).

I dati emersi confermano dunque la necessità di indossare un dispositivo di protezione come la mascherina, per proteggere la salute di chi circonda, ma al tempo stesso sottolineano l’importanza di mantenere una distanza di almeno un metro dalle altre persone, specialmente se manifestate sintomi come tosse e raffreddore.

Dallo studio è anche emerso che le mascherine non riducono solo il numero di goccioline espulse mentre si tossisce:

Le dimensioni delle goccioline cambiano e fluttuano continuamente durante gli attacchi di tosse, a causa di diverse interazioni con mascherina e viso. Le mascherine riducono la dimensione di goccioline durante ripetuti cicli di tosse. Tuttavia, non è chiaro se le goccioline grandi o quelle più piccole siano più contagiose.

Fino a quando non avremo maggiori certezze, per ridurre il rischio di contagio da coronavirus sarà dunque importante mantenere la distanza sociale e indossare la mascherina.

via | AdnKronos
Foto di ElisaRiva da Pixabay

  • shares
  • Mail