Infarto: rischi maggiori se la tua squadra del cuore perde una partita?

Il rischio di infarto aumenta se la squadra del cuore perde una partita. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

calcio

Il rischio di infarto aumenta se la squadra del cuore perde una partita. A suggerirlo è un nuovo studio dell’European Society of Cardiology (ESC), secondo cui degli scarsi risultati ottenuti dalla propria squadra di calcio professionistica preferita possono coincidere con un maggior rischio di attacchi di cuore nei tifosi di sesso maschile.

I risultati suggeriscono che lo stress mentale ed emotivo della sconfitta può provocare eventi cardiaci

spiegano infatti gli autori dello studio, i quali hanno esaminato il collegamento tra le prestazioni della squadra di calcio polacca Jagiellonia Bialystok e le ammissioni in ospedale per sindromi coronariche acute. Lo studio ha preso in esame un campione di 10.529 pazienti con sindromi coronariche acute (attacco cardiaco e angina instabile) che sono stati ricoverati all'Ospedale Clinico dell'Università Medica di Bialystok dal 2007 al 2018. I pazienti avevano un’età media di 66 anni, e il 62% di loro era di sesso maschile.

Durante il periodo di studio, la squadra ha giocato 451 partite nazionali ed europee, e gli autori hanno osservato che il giorno dopo una sconfitta vi era un aumento del 27% delle ammissioni di uomini in ospedale per sindromi coronariche acute. Nessuna associazione è invece stata trovata nelle donne.

Le forti emozioni possono causare attacchi di cuore, e il nostro studio indica che perdere una partita in casa può influenzare i tifosi. I fan, in particolare gli uomini con stili di vita malsani, dovrebbero fare esercizio fisico regolare ed evitare il fumo e il consumo eccessivo di alcol. Questi step sono essenziali per sostenere la squadra del cuore tutto il tempo che desiderate, senza danneggiare la vostra salute.

via | ScienceDaily
Foto di Michal Jarmoluk da Pixabay

  • shares
  • Mail