Bill Gates finanzia un vaccino per il Coronavirus

Bill Gates scende in campo nella lotta contro il Coronavirus, e lo fa finanziando alcuni progetti, compreso quello di un vaccino che verrà presto sperimentato sugli esseri umani.

coronavirus

Aggiornamenti in tempo reale sull'epidemia di Coronavirus in Italia.

Nella lotta contro il coronavirusBill Gates sta dando il suo prezioso contributo, in primo luogo finanziando una serie di progetti come ad esempio quelli che porteranno alla creazione di nuovi kit per eseguire il test in casa, e soprattutto gli studi sui nuovi vaccini per combattere la malattia. Attraverso la sua fondazione, la Bill & Melinda Gates Foundation, questo illustre personaggio ha reso noto il suo impegno per combattere il Covid-19.

Ebbene, nelle scorse ore è giunta una buona notizia: uno dei vaccini la cui realizzazione è stata finanziata da Bill Gates è giunto alla prima fase della sperimentazione, vale a dire quella sugli esseri umani. Il vaccino in questione è stato realizzato dall'azienda americana Inovio, ed è chiamato Ino-4800. Secondo gli esperti, il vaccino avrebbe già superato i controlli dell'Fda, ed è adesso pronto per essere testato su delle persone volontarie, e più esattamente su un campione di 40 adulti sani.

Ogni volontario riceverà 2 dosi di vaccino nell’arco di quattro settimane, ed i risultati sono previsti per fine estate, quando si potrà passare alla fase successiva che porterà poi alla produzione del vaccino.

Joseph Kim, Ceo di Inovio, ha commentato il nuovo traguardo raggiunto:

Si tratta di un significativo passo in avanti nella lotta globale contro Covid-19; senza un vaccino sicuro ed efficace, è probabile che questa pandemia continui a minacciare vite umane e mezzi di sussistenza. Il nostro team di ricercatori, partner e finanziatori si è mobilitato da quando la sequenza genetica del virus è diventata disponibile all'inizio di gennaio, e continua a lavorare 24 ore su 24 per garantire l'avanzamento rapido di Ino-4800 attraverso questo studio di fase 1.

via | Corriere

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

  • shares
  • Mail