Emergenza Coronavirus: Dyson ha progettato CoVent, un nuovo ventilatore polmonare

Presto disponibile, almeno nel Regno Unito, un nuovo ventilatore polmonare a firma Dyson, in grado di sostenere il sistema sanitario in un periodo di emergenza

Dyson ventilatore polmonare

Uno dei dati più allarmanti dell'emergenza Coronavirus COVID-19 è il numero di persone, sparso per il mondo, che ha avuto necessità di un ricovero coatto in terapia intensiva, sostenuto dalla cosiddetta ventilazione artificiale. I sistemi sanitari sono allo stremo, in Italia soprattutto, ma dal Regno Unito forse è in arrivo una soluzione firmata Dyson, il gigante inglese degli elettrodomestici.

In una lettera alla CNN, il fondatore dell'azienda, James Dyson, ha dichiarato che la società ha progettato in dieci giorni, dopo aver ricevuto una chiamata dal primo ministro britannico Boris Johnson, un ventilatore polmonare completamente nuovo. Si chiama CoVent e sembra che sia in grado di rispondere alle esigenze specifiche dei pazienti affetti da Coronavirus:

Questo nuovo dispositivo può essere prodotto in modo rapido ed efficiente. La sfida principale era come progettare e fornire un nuovo e sofisticato prodotto medico di un certo volume, in un arco di tempo estremamente breve. L'obiettivo è ora metterlo in produzione quanto prima

Dyson PR

Già, parliamo di stime di tempo. Secondo il colosso il nuovo CoVent potrebbe essere pronto già per i primi di aprile, venendo incontro al mastodontico ordine di ben 10mila pezzi fatto dal governo inglese. Un ottimo inizio per sopperire alla carenza di macchinari medico-sanitari di questa portata negli ospedali del Regno Unito e, perché no, anche di quelli del resto del mondo.

La carenza di ventilatori artificiali è in questo momento uno degli allarmi più assordanti, scattato durante la pandemia da Coronavirus COVID-19 e tutt'ora i respiratori nelle terapie intensive tendono a non bastare per tutti i pazienti che ne hanno bisogno.

Oltre a Dyson, anche una seconda azienda britannica, la Gtech, sta lavorando per produrre ventilatori polmonari e ha presentato due prototipi al governo britannico per una valutazione. L'azienda è specializzata in aspirapolvere a batteria e utensili da giardino, ma l'emergenza in corso ha spostato la progettazione su qualcosa di più utile.

Negli Stati Uniti il discorso non è diverso. Il marchio Ford ha annunciato che sta lavorando con 3M e GE Healthcare per produrre apparecchiature mediche tra cui respiratori e dispositivi di protezione. Mentre General Motors e Tesla si sono allo stesso modo impegnati a creare ventilatori per sopperire alla carenza nelle strutture ospedaliere.

Via | CNN

  • shares
  • Mail