Ictus: un aiuto per i pazienti grazie alla musicoterapia

La musica può migliorare la vita dei pazienti che hanno avuto un ictus: ecco cosa emerge da un nuovo studio.

musicoterapia

La musica può migliorare la vita delle persone che hanno avuto un ictus. A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sulle pagine della rivista Topics in Stroke Rehabilitation, secondo cui le sessioni di musicoterapia potrebbero avere un effetto positivo sulla neuroriabilitazione dei pazienti con ictus.

Questo tipo di terapia potrebbe infatti regolare l'umore, migliorare la concentrazione e promuovere cambiamenti nel cervello in grado di migliorare la funzione. Come se non bastasse, questo tipo di terapia sembra sia in grado di offrire benefici fisici che comprendono una migliore funzionalità del braccio e una migliore andatura.

Per il loro studio, gli autori hanno seguito un campione di 139 pazienti, ai quali è stato chiesto di suonare degli strumenti (ovvero la tastiera, la batteria e le percussioni portatili). Per lo studio sono stati utilizzati anche iPad con strumenti touchscreen, per aiutare i pazienti nella riabilitazione delle mani, migliorando la destrezza delle dita e l'allenamento cognitivo.

Ebbene, dallo studio sarebbe emerso che la musicoterapia potrebbe essere davvero utile per i pazienti, migliorando il loro umore e riducendo i livelli di stanchezza, fattori che hanno favorito un miglior percorso di riabilitazione:

Il nostro studio ha scoperto che la musicoterapia neurologica è stata accolta con entusiasmo dai pazienti, dai loro parenti e dal personale. Il fatto che 675 sessioni siano state condotte in due anni è di per sé un'indicazione del successo del trattamento. Sono necessarie ulteriori ricerche per stabilire i potenziali effetti della musicoterapia sul tasso di guarigione e sulla durata della degenza ospedaliera.

via | ScienceDaily
Foto di wal_172619 da Pixabay

  • shares
  • Mail