Telemedicina, servizio gratuito online per tutti i medici

Boom di telemedicina, con consulti telefonici e video anche online. Ecco la piattaforma che offre gratuitamente il servizio a tutti i medici.

Telemedicina

Boom di telemedicina, per chiedere consulti e aiuti ai medici sfruttando o il telefono o le videocall, ma anche chat e mail. Le linee guida del Ministero della Salute sono chiare: non bisogna andare in ambulatorio dal medico, così come non bisogna andare direttamente in pronto soccorso o in ospedale. Ci sono dei numeri dedicati da contattare nel caso aveste bisogno di un consulto medico.

Vista l'emergenza Coronavirus che non sembra arrestarsi nel nostro paese, anche Top Doctors ha deciso di offrire un gesto di solidarietà per decongestionare il sistema sanitario, offrendo gratuitamente i propri servizi di telemedicina a tutti i medici, anche ai dottori che non sono membri della piattaforma. Così si potrà offrire ai pazienti non positivi al COVID19 di eseguire i controlli necessari per altri problemi di salute.

Dopo l'annuncio della gratuità del servizio per i medici già iscritti, Top Doctors ha deciso di estendere il servizio anche a chi non era iscritto, come sottolineato da Alberto Porciani, CEO di Top Doctors:

Solo negli ultimi tre giorni abbiamo ricevuto le stesse richieste che normalmente riceviamo in un mese. L'assistenza sanitaria privata è stata messa a disposizione delle esigenze che oggi prevalgono nel sistema, legate alla pandemia di Coronavirus. Nonostante la situazione attuale, i medici devono però continuare a fornire assistenza ai loro pazienti abituali. Gli appuntamenti meno urgenti vengono cancellati, sia dai medici che dai pazienti stessi, ma in alcuni casi non è possibile rimandare né la diagnosi, né il follow-up, né il trattamento.

Nei prossimi due mesi ogni professionista medico che avesse la necessità di sfruttare i servizi di telemedicina come alternativa al consulto di persona potrà farlo senza pagare il costo del servizio. Top Doctors sta contattando anche le assicurazioni per includere la telemedicina nei servizi coperti.

Foto di mohamed Hassan da Pixabay

  • shares
  • Mail