Coronavirus, l'Antistrust blocca la vendita di un farmaco antivirale: ecco perchè

L’Antitrust ha bloccato la vendita on line di un farmaco antivirale che veniva promosso come il solo rimedio in grado di combattere il Coronavirus (COVID-19).

Coronavirus farmaco

Aggiornamenti in tempo reale sull'epidemia di Coronavirus in Italia.

L’Antitrust ha bloccato la vendita on line di un farmaco che veniva promosso come il solo in grado di combattere il Coronavirus (COVID-19).

Il garante dei diritti dei consumatori ha tenuto a sottolineare che, allo stato attuale, non esiste in realtà ancora una cura efficace e accertata in grado di combattere il virus, come confermano le stesse autorità mondiali.

Quello interessato dall'intervento delle autorità sarebbe il farmaco antivirale generico "Kaletra", che veniva venduto on line sul sito https://farmacocoronavirus.it, all’esorbitante presso di 634,44 euro. L’antitrust ne ha prontamente bloccato la commercializzazione, ed in via cautelare ha anche oscurato il sito che lo vendeva. Questo farmaco contiene dei principi attivi tipici di un antivirale per il trattamento delle infezioni da HIV, e la sua vendita è tra l’altro soggetta alla presentazione della prescrizione medica.

Per questa operazione l’Antitrust si è servita della collaborazione della Guardia di Finanza, spiegando che è fondamentale interrompere la diffusione di un comportamento molto grave, che mira a sfruttare la paura generata dalla situazione che stiamo vivendo, ed in particolar modo tende ad “alterare la capacità di valutazione del consumatore", dal momento che il professionista avrebbe cercato di sfruttare la paura suscitata dal costante aumento del numero di contagi da coronavirus.

L’Autorità, in considerazione del particolare momento, continua a porre la propria attenzione su operatori attivi nel mercato dell’e-commerce che adottano comportamenti scorretti e ingannevoli.

vai | Agcm
Foto di rottonara da Pixabay

  • shares
  • Mail