Coronavirus: anziana di 81 anni sconfigge la malattia in una settimana

Una donna di 81 anni ha sconfitto il coronavirus nell’arco di una settimana. Ecco la storia di Armanda Bottini Campolunghi.

Coronavirus guarigione

Si chiama Armanda Bottini Campolunghi la nonna di ferro che, all’età di 81 anni, è riuscita a sconfiggere il coronavirus nell’arco di una settimana.

La sua è una storia di speranza che arriva da Borghetto Lodigiano, dove l’anziana signora si è sentita male lo scorso 24 Febbraio, durante un pranzo di famiglia. La donna è infatti svenuta improvvisamente, e neanche i tentativi di stimolarla sono serviti a farle riprendere i sensi. A quel punto è stato chiamato il 118 ed è immediatamente arrivata un’ambulanza.

La paziente è stata portata all’ospedale San Matteo di Pavia, come raccontano i suoi familiari, aggiungendo che in genere gli abitanti di Borghetto vengono accompagnati all’ospedale di Lodi, ma lì non c’era posto a causa dell’emergenza coronavirus. I familiari spiegano inoltre che i medici hanno effettuato il tampone alla donna, scoprendo che l’ottantunenne era stata colpita dalla malattia che sta preoccupando e spaventando il mondo intero:

Le hanno fatto il tampone e già il 25 febbraio era ricoverata nel reparto di Infettivologia. La cosa più difficile per noi è stata non poter andare a trovarla. I medici, tutti gentilissimi, ci aggiornavano con telefonate quotidiane sulle sue condizioni e infatti quando questo periodo difficile sarà passato andrò senz’altro a ringraziarli di persona, ma la preoccupazione era tanta.

La nonna di ferro, come è stata ribattezzata, soffre di diabete di tipo 2, ha una leggera forma di demenza senile e di recente si era rotta il femore, quindi poteva muoversi solo con il deambulatore. Fortunatamente nell’arco di pochi giorni da Pavia sono giunte buone notizie. La donna stava reagendo bene agli antivirali e nella serata di martedì 3 marzo ha potuto fare ritorno a casa dalla sua famiglia.

Dall'ospedale ci hanno detto che il tampone si è negativizzato, quindi la nonna è guarita. Quando è entrata in casa, si è messa a piangere di gioia. Speriamo che la sua storia diventi un bel messaggio di speranza per tutti.

Foto di Darko Stojanovic da Pixabay

via | La Stampa

  • shares
  • Mail