Coronavirus in Italia: cambiano le misure di quarantena

Cambiano le linee guida per la quarantena contro il Coronavirus in Italia. Ecco cosa spiega il Ministro della Salute.

Coronavirus in Italia

Cambiano le linee guida per la quarantena contro il Coronavirus in Italia. A renderlo noto è stato il Ministro della Salute Roberto Speranza, che dopo la consueta riunione del comitato tecnico scientifico in cui si sono esaminati i nuovi casi di coronavirus Covid-19 registrati nel lodigiano, ha fatto sapere che da questo momento in poi verrà emanata una nuova ordinanza che prevede:

misure di isolamento quarantenario obbligatorio per i contatti stretti con un caso risultato positivo. Inoltre dispone la sorveglianza attiva con permanenza domiciliare fiduciaria per chi è stato nelle aree a rischio negli ultimi 14 giorni con obbligo di segnalazione da parte del soggetto interessato alle autorità sanitarie locali.

Alle parole di Speranza di aggiungono quelle del Premier Giuseppe Conte, che invita tutti a mantenere la calma, dal momento che l’Italia ha adottato una linea di massima prudenza e precauzione che permette di scacciare ogni tipo di allarmismo.

Dovete fidarvi di quelle che sono le indicazioni ufficiali del ministero della Salute, perché abbiamo un comitato tecnico-scientifico che ci offre la base tecnica di valutazione, e ovviamente un attimo dopo adottiamo tutte le iniziative e le precauzioni, anche sul piano politico, che sono necessarie per la popolazione. Non è necessario discostarsi da quelle e adottarne altre, perché siamo già al livello della massima precauzione.

Conte aggiunge che nel nostro Paese sarà predisposta una sorveglianza attiva, che prevede il contatto costante con i medici, ma con la possibilità di domiciliazione fiduciaria per chi è stato in zone a rischio (che sono costantemente segnalate e aggiornate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità) negli ultimi 14 giorni.

via | AdnKronos
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail