Coronavirus: come si proteggono gli italiani?

Come si difendono gli italiani dal rischio coronavirus? Ecco cosa emerge da un recente sondaggio.

Coronavirus

Il coronavirus sta preoccupando il mondo intero, italiani compresi. Ad analizzare la situazione nel nostro Paese è stato un sondaggio recentemente condotto dall'Eurodap (Associazione europea per il disturbo da attacchi di panico), dal quale emerge che gli italiani sono effettivamente spaventati dal rischio di contagio.

Per scongiurare tale pericolo, come riporta l'Adnkronos Salute, l'Italia mette dunque in pratica alcune regole di prevenzione. Ma di quali si tratta esattamente?

Dal sondaggio condotto su un campione di 671 uomini e donne è emerso che il 78% degli italiani è preoccupato per la diffusione del virus; il 64% ha detto che in caso di sintomi influenzali contatterà un medico o una struttura sanitaria; il 56% dei partecipanti ha invece dichiarato che farà maggiore attenzione all’igiene, mentre il 21% ha deciso di evitare i mezzi pubblici per precauzione.

Alla luce di quanto emerso Eleonora Iacobelli, psicologa e psicoterapeuta, presidente dell’Eurodap, spiega che fra i rischi da non sottovalutare vi sono anche quelli collegati proprio alla paura:

La paura ci fa ammalare di più. Nel senso che gli stati emotivi possono agire sul corpo e influenzarlo, portando a un abbassamento delle difese immunitarie.

Per evitare di cadere nella paura, è fondamentale che in Italia si affronti la situazione con consapevolezza e oggettività:

Bisognerebbe vivere questo ennesimo momento di allarme con consapevolezza, senza ingigantirlo.

Quindi si all’igiene più scrupolosa e a una maggiore attenzione per la propria salute, ma senza perdere la lucidità, e soprattutto senza perdere l’oggettività, per non rischiare di scivolare in comportamenti di controllo ossessivi o di dare vita ad atti di odio verso il prossimo.

via | AdnKronos
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail