A Milano divieto di fumare alle fermate degli autobus

Il sindaco Giuseppe Sala vuole il divieto di fumare alle fermate degli autobus a Milano. E in generale all'aperto.

divieto di fumare

Il sindaco Giuseppe Sala invoca a Milano il divieto di fumare all'aperto entro il 2030, iniziando a vietare di accendersi sigarette, a brevissimo, alle fermate dell'autobus o durante le cose. Lo ha detto il primo cittadino milanese in occasione di un incontro con i cittadini nel quartiere Isola, sottolineando che il provvedimento farà parte di un più ampio elenco di novità di quello che sarà il Regolamento Aria-Clima che verrà discusso in Consiglio Comunale. E che lui spera verrà approvato entro il mese di marzo 2020.

Entro il 2030 non permetteremo di fumare all’aperto in città. Ma già da subito, a breve, alle fermate dell’autobus e in coda per i servizi non si potrà fumare.

Queste le parole del sindaco Giuseppe Sala, che spera di riuscire a vincere quella che per lui è una battaglia di salute e di civiltà. Secondo quanto sarebbe contenuto nel Regolamento di prossima discussione, non si potranno più accendere sigarette in attesa di autobus e tram. Per la metro il divieto è già attivo dal 2003 con la legge Sirchia.

Secondo recenti studi, infatti, anche il fumo è tra le cause che contribuiscono allo sforamento dei livelli di Pm10 nelle città, rendendo l'aria irrespirabile. Giuseppe Sala propone dunque di cominciare con il divieto di fumo alle fermate dei mezzi pubblici, sperando in un voto favorevole in Consiglio Comunale.

L'opposizione non ci sta. Alessandro Morelli della Lega lo accusa di inventarsi nuove tasse per fare cassa nascondendosi dietro lo scudo dell'ecologia:

Come ogni weekend la magica fabbrica di armi di distrazione di massa’’made in Milano’’, produce nuove trovate di marketing, e il signor Sala annuncia una stretta sul fumo. Purtroppo gli annunci non bastano per fare del bene ad una città in cui l’amministrazione ha cannato tutte le politiche ecologiche, da Area C ad Area B

D'Accordo con il sindaco la parte del Pd più attenta all'ambiente, con il consigliere comunale Carlo Monguzzi concorde nell'affermare che il divieto di fumo alle fermate può essere utile, perché "il fumo delle sigarette contribuisce in città alla formazione dello smog in misura del 5-7 per cento". Oltre che essere fonte di fumo passivo inalato anche da chi aspetta il bus vicino a un fumatore.

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail