A cosa serve l'ozonoterapia: controindicazioni e indicazioni

Conoscete l'ozonoterapia? Ecco a cosa serve e quando non conviene farla.

medico

L'ozonoterapia è una tecnica che usa una mescolanza di ossigeno e ozono a scopo terapeutico. Il fine ultimo di questa pratica è quello di aumentare la quantità di ossigeno nel corpo, grazie all'ozono. Tuttavia è bene precisare subito che questa è una pratica che mette in disaccordo il mondo scientifico: mancano studi che attestino in maniera scientifica la sua utilità, anche se nel trattamento dell'ernia discale è riconosciuta la sua efficacia. Ma andiamo a vedere a cosa serve, le principali indicazioni e controindicazioni dell'ozonoterapia.

Ozonoterapia: a cosa serve?

Ricordando che l'ozono è una molecole formata da tre atomi di ossigeno, ecco che si pensa che l'ozono sia in grado, grazie alle sue capacità ossidanti, di ridurre i processi infiammatori. Mancano però studi scientifici che confermino la sua reale efficacia. L'ozonoterapia, come dicevamo, prevede di introdurre l'ozono nel corpo tramite:

  • applicazioni locali con acqua, creme e olio ozonizzati (questa pratica viene usata anche da alcuni toelettatori come coadiuvante nelle patologie dermatologiche dei cani, ovviamente previo parere del veterinario curante)
  • via endovenosa o endoarteriosa
  • via sottocutanea
  • iniezioni intra articolari
  • via intestinale

L'unica via per cui non viene somministrato l'ozono è quella respiratoria perché provoca gravi danni ai tessuti polmonari.

Ozonoterapia: indicazioni

Queste sono alcune delle principali indicazioni per cui l'ozonoterapia è stata provata:

  • azione antivirale, antibatterica e antifungina
  • analgesia
  • azione antinfiammatoria
  • malattie cardiache
  • Alzheimer
  • artrite
  • sclerosi multipla
  • cistite interstiziale
  • epatite
  • diabete
  • degenerazione maculare della retina
  • tumori
  • infezione da Herpesvirus
  • Malattia di Lyme
  • AIDS
  • tumori
  • ernia del disco

A proposito dell'ernia del disco è una delle poche indicazioni che il mondo scientifico approva in quanto è stata testata la sua efficacia. Si rivela particolarmente utile soprattutto per le forme acute.

Ozonoterapia: controindicazioni

Ci sono alcune controindicazioni all'uso dell'ozonoterapia:

  • ipertiroidismo
  • gravi cardiopatie
  • malattie respiratorie
  • disturbi ematologici
  • scompenso cardiorespiratorio
  • gravidanza

Aggiungiamo poi per completezza anche i possibili effetti collaterali (se viene fatta da personale esperto i rischi si riducono di parecchio):

  • gonfiore del punto di inoculo
  • sensazione di fastidio nel punto di inoculo
  • sanguinamenti
  • infezioni

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail