Pressione bassa, tutte le possibili cause

Scopriamo quali sono le possibili cause della pressione bassa e come affrontare il problema.

Pressione bassa

La pressione bassa è una condizione nota anche con il nome di ipotensione, e si verifica quando i valori della pressione arteriosa sistolica (massima) sono uguali o inferiori a 90 mmHg, e quelli della pressione arteriosa diastolica (minima) sono uguali o più bassi di 60 mmHg. Se i valori scendono al di sotto degli 80 mmHg, si parlerà invece di ipotensione grave, una condizione che può avere delle conseguenze molto serie.

Quello dell’ipotensione è un disturbo di cui non si parla spesso; questo perché, sebbene sia certamente fastidiosa, la pressione bassa non comporta i classici rischi dell’ipertensione. Inoltre, l’ipotensione è un disturbo meno frequente rispetto all’ipertensione, e generalmente può essere risolto in modo abbastanza semplice.


Le cause della pressione bassa


Fra le possibili cause della pressione bassa si segnalano:


  • Patologie cardio-vascolari

  • Patologie endocrine, come i disturbi della tiroide

  • Diabete

  • Allettamento prolungato

  • Assunzione di alcuni tipi di farmaci

  • Eccessivo consumo di alcol

  • Disidratazione

  • Presenza di patologie come morbo di Parkinson, sclerosi multipla e altre.


I sintomi della pressione bassa


Il paziente che soffre di pressione bassa potrà manifestare i seguenti sintomi:


  • Offuscamento della vista

  • Nausea

  • Capogiro

  • Stordimento

  • Svenimento

  • Debolezza

  • Pelle calda e secca


Il trattamento in caso di pressione bassa dipenderà naturalmente dalla causa sottostante. In assenza di una patologia scatenante, il problema dovrebbe risolversi spontaneamente senza particolari trattamenti. In caso di pressione molto bassa, non esitate a contattare un medico.

via | ValoriNormali
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail