Cina: 44 casi di polmonite virale di origine sconosciuta, l'OMS monitora la situazione

In Cina destano preoccupazione i 44 casi di polmonite virale di origine sconosciuta. Anche l'Organizzazione Mondiale della Sanità sta tenendo d'occhio la situazione.

polmoni

In Cina c'è preoccupazione per una forma di polmonite virale di origine sconosciuta. La patologia ha già colpito 44 persone nella città di Wuhan, proprio nel centro della Cina. La BBC, basandosi su comunicati stampa delle autorità locali, ha rivelato che 11 di questi casi sono gravi. Proprio per questo motivo sia l'aeroporto di Singapore che quello di Hong Kong hanno deciso di adottare un protocollo specifico di controllo per tutti i viaggiatori che arrivano dalla città colpita da questa polmonite. La paura del web è che si possa trattare di una forma di Sars: se ricordate, nel 2002-2002 la Sars originò proprio dalla Cina e provocò la morte di 700 persone. Tuttavia le forze dell'ordine di Wuhan hanno dichiarato di aver multato otto persone perché avevano diffuso false notizie su internet.

Organizzazione Mondiale della Sanità: monitoraggio della situazione cinese

Dal canto suo anche l'Organizzazione Mondiale della Sanità sta tenendo d'occhio attentamente la situazione in Cina, rimanendo anche in contatto con la sua controparte cinese. Inoltre è anche stato attivato il Sistema per la gestione degli incidenti: l'OMS è pronta a lanciare una risposta più ampia se si rivelerà necessario.

L'OMS-Western Pacific ha spiegato che le autorità cinesi stesse hanno comunicato per prime all'OMS la presenza di un focolaio di polmonite a Wuhan, nella provincia di Hubei. Pare anche che le autorità governative abbiano già incontrato i responsabili OMS del paese per tenerli aggiornati. Nel frattempo il governo ha anche avviato la procedura per verificare i fatti, mentre sono in corso le indagini per capire quale sia la causa di questa polmonite.

Al momento la Cina ha risposto rapidamente al problema: i pazienti sono stati isolati, i contatti stretti sono stati rintracciati e i mercati sono stati bonificati. Non resta che attendere l'esito delle analisi per capire di quale patogeno si tratti.

Via | Ansa

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail