Milano, in 5 giorni 11 pazienti ricevono 15 organi trapiantati

I chirurgi dell'Ospedale Niguarda durante le feste natalizie sono riusciti a trapiantare 15 organi in 11 pazienti in soli 5 giorni.

sala chirurgica

Giornate di super lavoro all'Ospedale Niguarda di Milano: durante le festività natalizie in 5 giorni sono stati trapiantati 15 organi a 11 persone. Tutti e 15 gli organi sono stati prelevati da quattro pazienti deceduti in ospedale, di età compresa fra i 19 e gli 81 anni (uno di essi, fra l'altro, in passato era stato lui stesso protagonista di un trapianto). Fra le 11 persone trapiantate si annoverano anche due bambini. Il nosocomio ha spiegato che queste giornate di intenso lavoro sono state un "fermento di generosità e decisione al lavoro che non si fermano mai, anche quando il resto del mondo festeggia o è in pausa".

Inoltre l'Ospedale Niguarda è stato particolarmente fiero del modo in cui il lavoro è stato organizzato: mettere in moto tutto il sistema per eseguire le procedure richieste e 30 ore totali di sala operatoria non è certo un'impresa semplice da realizzare.

Trapianti d'organo: le città in cui si dona di più

Effettivamente l'Indice del Dono 2019, il rapporto annuale che viene elaborato dal Centro nazionale trapianti, ha rivelato che gli italiani tendono a donare sempre di più. Fra le grandi città che donano di più ci sono:

  1. Cagliari (tasso di consenso del 79%)
  2. Sassari
  3. Pordenone

Fra i comuni di medie dimensioni, invece, la città che ha donato di più è stata Collesalvetti, provincia di Livorno: qui il tasso di consenso è arrivato a sfiorare il 95%. Andando a vedere i comuni più piccoli, quelli fra i 5 e i 15mila abitanti, la città più generosa è Dorgali, provincia di Nuoro, mentre nei comuni piccoli, con massimo 5mila residenti, è Marianopoli in provincia di Caltanissetta la città dove si dona di più. Anzi, proprio a Marianopoli nel 2019 non c'è stata nessuna opposizione alla richiesta di trapianto.

E per i paesi con meno di mille abitanti? E' Luserna in Trentino a donare di più.

Via | Ansa

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail