Insonnia ed emicrania: esiste un legame

Esiste un legame fra mancanza di sonno ed emicrania. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

emicrania

Esiste un legame fra mancanza di sonno ed emicrania. A confermarlo è un nuovo studio pubblicato sulle pagine della rivista Neurology, i cui autori hanno osservato che quasi la metà di tutti i pazienti che soffrono di emicrania riferisce che la mancanza di sonno rappresenta un fattore scatenante per il mal di testa. Gli esperti spiegano tuttavia che la relazione tra sonno ed emicrania non è ancora stata studiata in modo approfondito, ed il loro nuovo studio vuole esaminare proprio questa interessante relazione.

Il team di ricerca ha effettivamente osservato che la frammentazione del sonno (vale a dire il tempo trascorso a letto senza dormire) è collegata all'insorgenza dell'emicrania, ma il mal di testa non si manifesta durante il giorno immediatamente successivo alla notte trascorsa insonni, bensì durante il secondo giorno.

Per il loro studio, gli esperti hanno arruolato un campione di 98 adulti con emicrania episodica, i quali hanno completato dei diari elettronici due volte al giorno, registrando i dettagli sul loro sonno, mal di testa e le loro abitudini per un periodo di sei settimane.

Esaminando i dati gli esperti hanno scoperto che la durata del sonno notturno di 6,5 ore o meno, e la scarsa qualità del sonno, non erano associate all'insorgenza dell'emicrania durante il giorno immediatamente successivo (Giorno 0) o durante il giorno successivo (Giorno 1). Tuttavia, la frammentazione del sonno era associata a maggiori probabilità di avere un'emicrania il giorno dopo.

Il sonno è multidimensionale ed esaminando alcuni aspetti abbiamo scoperto che la bassa efficienza del sonno, che è la quantità di tempo che si rimane svegli a letto quando si sta cercando di dormire, era associata a emicranie non il giorno immediatamente successivo, ma il giorno dopo.

via | MedicalXpress
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail