A Natale fate attenzione al Binge Drinking

Durante i pranzi e le cene di Natale e Capodanno fate attenzione al problema del Binge Drinking. Ecco cosa spiegano gli esperti.

Natale Alcol

A Natale e a Capodanno fate attenzione al problema del Binge Drinking, un fenomeno sempre più diffuso non solo fra i giovani ma anche fra le persone più adulte. A puntare l’attenzione su questo importante argomento è stata Maria Luisa Attilia, responsabile clinica del Centro di riferimento alcologico della Regione Lazio - Asl Roma 1, che in un’intervista rilasciata all'Adnkronos Salute ha spiegato che limite di consumo di alcol accettato a livello internazionale è di due unità al giorno per l’uomo, e di una per la donna.

Ma a quanto corrisponde esattamente questo limite? E come fare a ridurre il consumo di alcol e i suoi dannosi effetti sulla salute? Ce lo spiega l’esperta:

Una unità alcolica corrisponde a 125 ml di vino di media gradazione alcolica (sui 12 gradi), oppure a 40 ml di superalcolico, oppure a una birra da 33 ml a bassa gradazione (4-4,5 gradi). Ma durante le festività si arriva facilmente a consumare 4 o 5 unità alcoliche al giorno, una quantità che corrisponde al 'binge drinking.

La dottoressa aggiunge che il problema del Binge Drinking è ancor più serio per coloro che hanno già un trascorso di alcolismo, e che potrebbero trovare ancor più difficile riuscire a resistere alla tentazione.

Alcol a Natale: i consigli per proteggere la vostra salute


Per arginare il problema l’esperta consiglia innanzitutto di evitare di bere a stomaco vuoto, e aggiunge che il rischio è maggiore per le donne e per coloro che non sono effettivamente abituati a bere alcolici:

Attenzione poi a chi non è abituato a bere: farlo all'improvviso, magari in grandi quantità, provoca ancora più danni e, ad esempio, un giovane che beve molto all'improvviso rischia molto più facilmente il coma etilico.

Per finire, l’esperta ricorda che le donne in dolce attesa non dovrebbero bere assolutamente bevande alcoliche:

Le donne che vogliono una gravidanza o che sono in stato interessante non devono bere. Zero alcol per loro, perché la sindrome feto-alcolica è un disturbo molto grave a livello fisico e cognitivo che non è ancora chiaro con quali dosi di alcol possa insorgere. E' stata osservata in donne che hanno assunto semplicemente alcol, non vere e proprie alcoliste.

via | AdnKronos
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail