Greta Thunberg nella top 10 dei personaggi del 2019 rilevanti per la scienza

Greta Thunberg è entrata nella classifica dei 10 personaggi del 2019 più rilevanti per la scienza.

Greta Thunberg

La giovanissima attivista Greta Thunberg è da poco entrata nella classifica dei dieci personaggi più rilevanti nel mondo della scienza stilata dalla rivista Nature. Insieme all'ambientalista, vi sono molti altri personaggi i cui risultati scientifici sono destinati a lasciare un segno nel campo della conoscenza.

Ecco quali sono i personaggi inseriti nella classifica stilata da Nature!


  1. Greta Thunberg: per la rivista, la ragazza ha il merito di aver portato alla luce in maniera più incisiva e chiara i rischi che corre il nostro Pianeta a causa del riscaldamento globale e dello scarso interesse dimostrato dalle Nazioni in merito a questa grave problematica.

  2. Ricardo Galvao, il fisico è coordinatore del rapporto sulla deforestazione in Amazzonia, per il quale è stato attaccato anche dal presidente del Brasile Jair Bolsonaro.

  3. Sandra Díaz, ecologa definita la 'guardiana della biodiversità', insieme al suo team ha eseguito la più approfondita valutazione sulla biodiversità, ed ha fatto emergere un dato allarmante, ovvero che un milione di specie rischiano attualmente l'estinzione.

  4. John Martinis, autore dell'esperimento nel quale un computer quantistico ha risolto in pochissimo tempo un'operazione che un computer normale avrebbe risolto in 10.000 anni.

  5. Victoria Kaspi: l’astrofisica ha contribuito a realizzare un telescopio in grado di aiutarci a comprendere l'origine dei segnali che arrivano dal cosmo.

  6. Nenad Sestan: la scienziata ha fatto rivivere il cervello di maiali morti da alcune ore.

  7. Jean-Jacques Muyembe Tamfum: attualmente sta lavorando per riuscire a combattere il virus Ebola.

  8. Hongkui Deng: immunologo dell'Università di Pechino, sta utilizzando la tecnica Crispr per modificare le cellule in un essere umano adulto.

  9. Wendy Rogers: bioeticista della Macquarie University ha dimostrato che alcuni trapianti di organo in Cina potrebbero essere stati fatti senza il consenso dei donatori.

  10. Infine, il paleontologo Yohannes Haile-Selassie, dell'Università di Addis Abeba, ha scoperto un teschio di 3,8 milioni di anni appartenuto all'Australopithecus anamensis, il parente più antico dell'uomo.


via | Ansa
Foto da Facebook

  • shares
  • Mail