Scarlattina, i primi sintomi

Ecco quali sono i primi sintomi della scarlattina e i trattamenti più indicati.

La scarlattina è una delle malattie esantematiche tipiche dell’infanzia, ma può colpire anche le persone in età adulta. Si tratta di una condizione provocata da un batterio (lo streptococco beta emolitico di gruppo A), ed è fortemente contagiosa. La buona notizia è che la malattia può essere curata con la somministrazione di antibiotici, ed è raro che questa condizione colpisca due volte la stessa persona.

Ecco quali sono i sintomi della scarlattina e i trattamenti più indicati.

I primi sintomi della scarlattina


In primo luogo, bisogna sapere che i sintomi della malattia si manifestano entro una settimana dal contatto con il batterio. Generalmente i primi sintomi consistono in:


  • Mal di gola

  • Mal di testa

  • Sensazione di malessere

  • Febbre oltre i 38°C


Si manifesteranno poi sintomi come:


  • Ingrossamento dei linfonodi del collo.

  • Comparsa di macchioline rosse sul corpo (esantema)

  • Arrossamento del viso (fatta eccezione per la zona intorno alla bocca)

  • Lingua color fragola (rosso vivo)

  • Difficoltà nella deglutizione

  • Ascelle o gomiti fortemente arrossati

  • Pelle ruvida al tatto


Scarlattina: come si cura


Come abbiamo accennato, questa malattia può essere sconfitta semplicemente con la somministrazione di antibiotici, che andranno prescritti sempre e solo dal medico. Per salvaguardare la salute del paziente evitando eventuali complicazioni, e velocizzare i tempi di guarigione, sarà importante rimanere a riposo e bere molti liquidi, se doveste avere la febbre alta assumete dei farmaci per abbassarla, come paracetamolo o ibuprofene.

Anche se i sintomi dovessero sparire prima della fine del ciclo di antibiotici, vi raccomandiamo di non interrompere il trattamento, ma di completarlo seguendo le istruzioni del vostro medico.

via | Issalute

  • shares
  • Mail