Carcinoma polmonare: rischio depressione per un terzo dei pazienti

I pazienti con carcinoma polmonare tendono maggiormente a soffrire di depressione. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Carcinoma polmonare

I pazienti con carcinoma polmonare tendono maggiormente a soffrire di depressione da moderata a grave. Questo è ciò che è emerso da un nuovo studio condotto dai membri della Ohio State University e pubblicato sulle pagine della rivista Lung Cancer, i quali spiegano che per molti pazienti, soprattutto quelli con sintomi gravi, la depressione aumenta i livelli di ansia, causa disturbi da stress traumatico, dolore e altri sintomi fisici.

Alcuni oncologi potrebbero pensare che i pazienti sono depressi per ovvie ragioni, visto che hanno un cancro ai polmoni.

Questo può portare a sottovalutare l'ampiezza dei sintomi depressivi e le altre difficoltà che li accompagnano

spiegano gli autori dello studio, i quali hanno analizzato un campione di 186 pazienti a cui era stato recentemente diagnosticato un carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio avanzato (un tumore molto comune). I risultati hanno mostrato che l'8% dei pazienti ha ottenuto un punteggio di depressione grave, mentre il 28% presentava sintomi depressivi moderati.


Carcinoma polmonare: gli effetti dannosi della depressione


Dallo studio è inoltre emerso che il 93% dei pazienti con depressione grave avevano difficoltà a svolgere le normali attività quotidiane a causa dei sintomi depressivi, non erano in grado di prendersi cura di sé e della casa, e neanche di andare d'accordo con le altre persone.

Coloro che presentavano alti livelli di depressione hanno riportato anche maggiori pensieri suicidi, mentre livelli estremi di stress hanno ridotto persino la fiducia nei confronti dei trattamenti contro il cancro. Rispetto agli altri pazienti, quelli con alti livelli di sintomi depressivi avevano molte più probabilità di soffrire di gravi sintomi fisici (il 73% aveva provato "abbastanza" o "molto" dolore).

E' necessario che la depressione sia presa in considerazione più seriamente nei pazienti con carcinoma polmonare. Nuove terapie mirate e l'immunoterapia stanno migliorando significativamente i risultati. I pazienti vivono più a lungo, e bisogna compiere degli sforzi e fare progressi simili per trattare sintomi come questi e aiutare i pazienti a mantenere la qualità di vita in futuro.

via | Eurekalert
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail