Trigliceridi alti, cosa fare

Ecco cosa fare se avete i trigliceridi alti.

Analisi del sangue

I trigliceridi sono dei lipidi che rappresentano una riserva di energia per l’organismo, e che hanno anche la funzione di isolante termico. Essi costituiscono la principale componente del tessuto adiposo ed entrano nella circolazione attraverso l’alimentazione. I valori dei trigliceridi nel sangue dovrebbero andare dai 150 ai 200 milligrammi per decilitro, se tali valori sono più elevati, potrebbe essere sintomo di una condizione da non sottovalutare.

I trigliceridi alti sono infatti collegati a condizioni patologiche come il diabete di tipo II, cardiopatie ischemiche, problemi renali, sovrappeso e obesità e patologie che interessano il pancreas.


Trigliceridi alti: le cause


Ma quali saranno le cause dei trigliceridi alti? Questo problema può essere provocato da diversi fattori. Si parla di ipertrigliceridemia primaria (o familiare) quando siamo di fronte a una patologia ereditaria che viene quindi trasmessa geneticamente. Si parla invece di ipertrigliceridemia secondaria quando il problema è dovuto a fattori comportamentali, o quando è provocato da altre malattie.

Fra le possibili cause da conoscere vi sono:


  • Eccessiva assunzione di alcol

  • Dieta scorretta

  • Diabete mellito non curato

  • Insufficienza renale

  • Assunzione di determinati tipi di farmaci (in particolar modo corticosteroidi ed estrogeni).



Trigliceridi alti: cosa fare?


Per mantenere i trigliceridi ai giusti livelli nel sangue bisognerà seguire poche ma importanti regole. Ecco quali sono:


  • Evitare prodotti industriali e troppo lavorati

  • Evitare le bevande dolcificate e zuccherate

  • Ridurre il consumo di carne, insaccati e formaggi, soprattutto quelli stagionati

  • Aumentare il consumo di pesce

  • Preferire alimenti ricchi di vitamina C e acidi grassi omega-3

  • Mangiare verdure a ogni pasto

  • Preferire cereali ricchi di fibre (come l'avena, il grano saraceno e la quinoa)

  • Consumare tre pasti al giorno e aggiungere, se possibile, anche due spuntini nel corso della giornata

  • Fare almeno 30 minuti di attività fisica in modo regolare.


Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail