Nozze fra consanguinei all’origine del famoso Mento asburgico

Il 'mento asburgico' deriva dalla pratica delle nozze fra consanguinei. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Il cosiddetto “mento asburgico” deriva dalla diffusa pratica dei matrimoni fra consanguinei. A confermarlo ci pensa un nuovo studio pubblicato su Annals of Human Biology, i cui autori hanno analizzato il mento caratteristico della dinastia asburgica, ed hanno eseguito un’analisi sulle deformità facciali utilizzando i ritratti dell’epoca e unendo un’analisi genetica volta ad analizzare il grado di correlazione fra i soggetti esaminati.

Attraverso generazioni di matrimoni fra consanguinei, la famiglia degli Asburgo ha dominato l'Europa per più di 200 anni, ma proprio questi matrimoni hanno portato alla fine della dinastia, poiché l'ultimo sovrano non ebbe più la possibilità di generare un erede al trono.

Nel nostro studio mostriamo per la prima volta che esiste una chiara relazione positiva tra consanguineità e mento asburgico

spiegano i membri dell’Università di Santiago de Compostela, autori del nuovo e interessante studio.

Il mento asburgico deriva dai matrimoni fra consanguinei: lo studio


Per il loro studio, gli esperti hanno chiesto a 10 chirurghi maxillo-facciali di diagnosticare la deformità facciale in 66 ritratti che raffiguravano 15 membri della dinastia degli Asburgo. I chirurghi hanno dovuto individuare 11 caratteristiche del prognatismo mandibolare (ovvero la mascella in avanti), e sette caratteristiche di deficit mascellare, come il labbro inferiore prominente e la punta del naso sporgente.

Esaminando i ritratti è emersa una relazione tra il grado di consanguineità e quello di prognatismo mandibolare e deformità facciali. Secondo gli autori, uno dei principali effetti dei matrimoni tra parenti è un aumento delle possibilità che i figli ereditino forme identiche di un gene da entrambi i genitori.

Mentre il nostro studio si basa su personaggi storici, i matrimoni fra consanguinei sono ancora comuni in alcune regioni geografiche e tra alcuni gruppi religiosi ed etnici, quindi ancora oggi è importante indagare sui suoi effetti. La dinastia degli Asburgo è una sorta di laboratorio umano per i ricercatori.

via | AdnKronos

  • shares
  • Mail