Aids is not dead: parte la nuova campagna

Parte la nuova campagna di sensibilizzazione “Aids is not dead”.

Aids

Il condom rappresenta un alleato salvavita fondamentale per combattere l'Hiv e le infezioni sessualmente trasmissibili, ma spesso fin troppe persone scelgono di non usarlo.

A ricordarci quanto sia importante l'uso del preservativo ci pensa la nuova campagna 'Aids is not dead', che anche quest’anno vuole sottolineare la necessità di questa forma di prevenzione. La campagna 2019 è stata realizzata da ContestaRockHair e Rufa (Rome University of Fine Arts), in collaborazione con Lila (Lega italiana per la lotta contro l’Aids).

L'iniziativa è stata realizzata in vista del World Aids Day, la Giornata mondiale contro l'Aids che si terrà l’1 dicembre, e che è stata inaugurata per la prima volta nel 1987. Secondo quanto emerso dalle statistiche più recenti, sembra che come in tutto il mondo, anche in Italia le nuove diagnosi di Aids siano in calo, ma per il momento i progressi sono ancora troppo lenti e sarà necessario fare di più se si vuole raggiungere l'obiettivo di sconfiggere l'Aids entro il 2030.

Aids is not dead: la campagna 2019


Per questa sedicesima edizione, la campagna ha coinvolto più di 100 giovani che hanno realizzato delle foto volte a diffondere un messaggio importante, che riguarda naturalmente l’utilizzo del condom. Il progetto è stato ideato da Alessandro Santopaolo e Massimo Bianco, direttori artistici di ContestaRockHair, ed è stato realizzato dagli hairstylist e dagli studenti del terzo anno della Scuola di Fotografia Rufa.

Domenica 1 dicembre a Roma, presso la sede Rufa Pastificio Cerere in via degli Ausoni 7, dalle 17.30 alle 23.00 potrete prendere parte a uno speciale evento, durante il quale potrete aderire alla campagna fotografica 'Mettici La Faccia'.

Le vostre foto saranno pubblicate sui social network con l’hashtag #Aidsisnotdead.

via | AdnKronos
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail