Polmonite: morti 800.000 bambini solo nel 2018

Nel 2018 più di 800mila bambini sono morti a causa della polmonite. Ecco cosa spiegano gli esperti.

Polmonite bambno

Nel 2018 più di 800.000 bambini al di sotto dei cinque anni di età sono morti a causa della polmonite. A renderlo noto sono stati gli esperti dell'Unicef e di altre organizzazioni (IsgGlobal, Gavi, Save the Children, Every Breath Counts e Unitaid), che hanno spiegato che ogni 38 secondi un bambino muore a causa di questa malattia.

Nella maggior parte dei casi si tratta di bambini che hanno meno di due anni di età, e circa 153.000 di questi bambini sono morti durante il primo mese di vita.

Ogni giorno, circa 2.200 bambini sotto i 5 anni muoiono a causa della polmonite, una malattia curabile e quasi sempre prevenibile

ha infatti fatto sapere Henrietta Fore, direttore generale dell'Unicef, aggiungendo che più della metà di queste morti è stata registrata in 5 Paesi, ovvero in Nigeria (162.000 casi), in India (127.000 casi), in Pakistan (58.000 casi), nella Repubblica Democratica del Congo (40.000 casi) e in Etiopia (32.000 casi).

Gli esperti aggiungono inoltre che lo scorso anno 71 milioni di bambini non hanno ricevuto le tre dosi raccomandate di vaccino pneumococcico coniugato (Pcv), e proprio questa mancanza avrebbe esposto i piccoli a un maggior rischio di contrarre questa malattia. Come se tutto ciò non bastasse, nel mondo il 32% dei bambini con sospetta polmonite non viene portato in ospedale, e ciò riduce ulteriormente le possibilità di sopravvivenza.

Alla luce dei preoccupanti dati emersi, le organizzazioni umanitarie si sono unite per lanciare un appello e chiedere un'azione globale più incisiva per salvare la vita di tanti bambini.

via | Ansa
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail