Toilette: il 60% della popolazione mondiale non la conosce

Nel mondo il 60% della popolazione non ha servizi igienici in casa. Ecco cosa spiegano gli esperti.

Toilette su un prato

Immaginate di svegliarvi la mattina e di non avere un bagno a disposizione. Questo è ciò che accade al 60% della popolazione mondiale, che – secondo quanto rivelano gli esperti dell'Onu - deve fare i conti tutti i giorni con la mancanza di servizi igienici.

L'Organizzazione delle Nazioni Unite fa infatti sapere che 4,5 miliardi di persone nel mondo non hanno idea di cosa significhi avere una stanza da bagno nella propria abitazione, e ciò può avere pesanti effetti e conseguenze sulla salute pubblica, oltre che sulle condizioni di vita e quelle di lavoro, sull'economia e sull'educazione della popolazione.

L'Onu fa sapere che attualmente 900 milioni di studenti non hanno inoltre dei lavandini per lavarsi le mani a disposizione, e che in una scuola su cinque mancano completamente le toilette. Come sottolineano gli esperti, proprio i WC possono salvare però la vita di moltissime persone, perché riducono il rischio di infezioni e altre malattie. Ricordiamo che a causa di questa grave mancanza miliardi di persone bevono infatti acqua non depurata e contaminata con sostanze fecali.

La mancanza di toilette nelle scuole rappresenta inoltre un problema particolarmente importante per le ragazze, poichè durante il periodo mestruale finiscono per perdere dei preziosi giorni di scuola. Alla luce di quanto emerso, gli esperti hanno dunque voluto richiamare l'attenzione di Paesi come l'Africa e l'India, dove non solo non avere una toilette in casa è considerato normale, ma in alcuni casi è persino osteggiato l'inserimento di tali servizi igienici.

via | Ansa
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail