Cosa significa avere un'infezione nel sangue

Cosa significa avere un'infezione nel sangue: ecco tutto quello che dobbiamo sapere.

infezione nel sangue

Cosa significa avere un'infezione nel sangue? Con il termine "infezione" si indica una patologia che si presenta quando microrganismi come virus, batteri o funghi entrano nell'organismo e si moltiplicano. Molto spesso la loro presenza non dà sintomi evidenti, perché il sistema immunitario li tiene a bada. In questo caso si parla di infezione latente. Negli altri casi, invece, si parla di infezione con sintomi.

Batteri e lieviti possono essere presenti anche nel sangue e tramite l'esame di emocoltura si può individuare un'infezione sistemica. Il test andrebbe fatto nel caso di sintomi o segnali che possono indicare presenza di sepsi, che è una grave risposta infiammatoria sistemica che si presenta in caso di infezione grave, partendo di solito da una parte dell'organismo per diffondersi al circolo ematico e quindi ad altri organi. La setticemia è la presenza del microrganismo infettivo nel circolo ematico, mentre la sepsi è la risposta immunitaria. Se non trattata la setticemia può portare a sepsi.

In caso di febbre, brividi, stanchezza, respiro difficoltoso, tachicardia e globuli bianchi elevati nelle analisi del sangue sarebbe bene fare esami più approfonditi, prelevando sempre dei campioni del sangue, per poter capire cosa sta succedendo nell'organismo. Di solito le infezioni del circolo ematico sono di origine batterica, ma ci sono anche casi in cui l'origine sia da virus, lieviti, funghi.

Le infezioni del sangue possono provocare anche complicazioni e conseguenze serie. L'endocardite, ad esempio, può derivare da un'infezione del circolo ematico, che provoca infiammazione e infezione del rivestimento dell'endocardio e delle valvole cardiache. Sono più frequenti nelle persone con il sistema immunitario debole.

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail