Febbre alta nei bambini: rischio maggiore di infezioni?

I bambini che hanno la febbre alta potrebbero correre un maggior rischio di soffrire di infezioni. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Bambino che dorme

I bambini che hanno la febbre alta corrono un rischio maggiore di sviluppare delle infezioni. A suggerirlo è un nuovo studio condotto dai membri del Penn State College of Medicine, i quali spiegano che, per un bambino di età inferiore a otto settimane, avere la febbre sarebbe associato a un rischio raddoppiato di sviluppare gravi infezioni batteriche, tra cui meningite e infezioni del sangue o del tratto urinario.

Sulla base di tali risultati i ricercatori incoraggiano dunque i genitori che hanno figli di età inferiore alle otto settimane a cercare delle cure immediate, qualora il loro bambino dovesse avere la febbre alta.

I bambini piccoli hanno un sistema immunitario sottosviluppato e sono suscettibili alle infezioni. Quelli con gravi infezioni batteriche possono sperimentare un rapido declino delle loro condizioni se non ricevono una diagnosi entro un adeguato periodo di tempo

spiegano gli autori dello studio pubblicato sulle pagine del Journal of Emergency Medicine, aggiungendo che l'altezza della febbre non è così rilevante nei bambini più grandi, perché i loro corpi sono maggiormente in grado di combattere gravi infezioni batteriche. Per esaminare la questione gli esperti hanno studiato i dati da un campione di 4.821 bambini, e hanno constatato che esiste una relazione statisticamente significativa tra altezza della febbre e rischio di infezione.

In studi futuri gli autori sperano di riuscire a identificare altri fattori che potrebbero aumentare il rischio che i bambini possano sviluppare un’infezione.

via | ScienceDaily

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail