Come si cura la malaria

La malaria è una grave malattia tropicale che viene trasmessa dalle zanzare. Ecco qual è la cura più indicata.

Malaria

La malaria è una malattia potenzialmente mortale che può essere trasmessa dalle zanzare infette. Questa malattia non è presente in Italia, fatta eccezione per i pazienti che provengono da altri Paesi.

A causarla è un parassita chiamato Plasmodium, che viene trasmesso proprio dalle zanzare, causando sintomi come febbre, sudorazione eccessiva, mal di testa, vomito, dolori muscolari, diarrea e altri sintomi più gravi, che andranno trattati in maniera tempestiva. Se non verrà curata immediatamente, la malattia potrebbe causare danni agli organi e portare alla morte del paziente.

Se siete di ritorno da un viaggio e manifestate i sintomi citati, consultate dunque immediatamente un medico.

Malaria: come si cura?


Se viene diagnosticata la malaria, e se questa viene curata in maniera tempestiva, sarà possibile una completa guarigione. Il trattamento della malaria prevede la somministrazione di determinati tipi di farmaci, e la scelta di tali trattamenti dipenderà dal tipo di infezione contratta dal paziente, dalla zona in cui si è verificata l’infezione, dalla gravità dei sintomi, dall’età e dall’eventuale gravidanza.

I farmaci comunemente impiegati cono la clorochina, l'idrossiclorochina, la meflochina e atovaquone e proguanile.

I trattamenti potrebbero causare effetti indesiderati come stanchezza e debolezza. Purtroppo per il momento non esiste un vaccino contro la malaria, quindi se avete intenzione di fare un viaggio in una delle zone a rischio potreste ridurre le possibilità di contrarre la malattia assumendo dei farmaci per la prevenzione della malaria e mettendo in pratica delle strategie di prevenzione, in modo da ridurre (ma purtroppo non annullare) il rischio di infezione.

via | IsSalute
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail