Borotalco Johnson&Johnson ritirato per presenza di tracce di amianto: i lotti interessati

La Johnson&Johnson ha disposto il ritiro di un lotto di talco per neonati e bambini per presenza di tracce di amianto. Ecco quali sono i possibili rischi per la salute.

Borotalco JohnsonJohnson

La Johnson&Johnson ha da poco disposto il ritiro di un lotto di talco per neonati e per bambini per la presenza di tracce di amianto.

La contaminazione del prodotto è emersa dai test condotti dalla Food and drug administration (Fda), che ha dunque provato la presenza di impurità tossiche in alcuni prodotti dell’azienda.

Dal canto suo, la J&J aveva sempre negato la contaminazione dei propri prodotti, nonostante il colosso fosse da tempo al centro di svariate denunce e cause legali proprio a causa dei prodotti a base di talco, che sarebbero indicati come la causa principale di innumerevoli problemi di salute (anche molto gravi) manifestati dai consumatori.

Il lotto interessato dal ritiro è il #22318RB, e comprende 33.000 confezioni che sono state acquistate online da un rivenditore.

Talco Johnson&Johnson ritirato: le cause


Secondo quanto emerso dai test condotti dalla FDA, nel lotto di talco J&J ritirato sono state rinvenute tracce di amianto crisotilo, uno specifico tipo di amianto noto anche con il nome di 'amianto bianco', che viene utilizzato in particolar modo nelle costruzioni edili e nella produzione industriale per via della sua versatilità. Nonostante molte aziende sostengano che si tratti di una sostanza innocua, svariati studi hanno già dimostrato che esiste un’associazione tra l’esposizione a questa sostanza e un maggiore rischio di vari tipi di tumore, come quello della pleura, alle ovaie e il mesotelioma.

Foto da Facebook
via | Ansa

  • shares
  • Mail