Cosa scatena il disturbo bipolare

Cosa scatena il disturbo bipolare? Ecco tutto quello che dobbiamo sapere.

Cosa scatena il disturbo bipolare

Cosa scatena il disturbo bipolare? La sindrome maniaco-depressiva o il bipolarismo, come è anche definito il disturbo cerebrale, può causare diversi disturbi a carico dell'umore dei pazienti che ne soffrono. Esistono quattro tipologie di disturbi bipolari che causano variazioni dell'umore, dei livelli di energia, dei livelli di attività. Si passa, anche in poco tempo, da momenti di pura euforia a momenti di tristezza senza fine.

La malattia cronica si manifesta con episodi maniacali, quando il soggetto è letteralmente euforico e pieno di voglia di fare, che si alternano a periodi depressivi, che si manifestano quando il soggetto è a terra. I sintomi possono durare sempre, ma ci sono dei casi in cui tra i diversi episodi non ci sono cambiamenti nell'umore.

Tipologie di disturbo bipolare



  • Disturbo bipolare di tipo 1: episodi maniacali di almeno 7 giorni con sintomi maniacali gravi che necessitano l'ospedalizzazione. Gli episodi depressivi possono durare anche un paio di settimane.

  • Disturbo bipolare di tipo 2: gli episodi depressivi e ipomaniacali si alternano.

  • Disturbo ciclotimico o ciclotimia: diversi periodi con sintomi ipomaniacali si alternano a periodi di sintomi depressivi che durano almeno 2 anni.

  • Disturbi bipolari che non rientrano nelle precedenti categorie.


Cause del bipolarismo


Le ricerche scientifiche sottolineano che ci sono molti fattori di rischio, come ad esempio il fattore genetico. Anche una storia famigliare legata a disturbi bipolari può aumentare il rischio di sviluppare la malattia.

Sintomi della sindrome bipolare


Chi ne soffre alterna momenti ricchi di energia a momenti in cui la depressione accompagna ogni suo gesto. Si possono notare non solo variazioni e alterazioni dell'umore, sintomi tipici del bipolarismo, ma anche disturbi del sonno, comportamenti che non sono i soliti, stanchezza, depressione, tristezza e al contrario eccessiva euforia, energia, attività, voglia di fare. Durante gli episodi depressivi pensare alla morte o al suicidio è molto comune. Così come nell'episodio maniacale non si percepisce il pericolo e si pensa di poter fare tutto quello che si vuole.

Chi soffre di disturbo bipolare può anche essere affetto da altre malattie che sono associate e talvolta anche scatenate dalla patologia cronica. Possono manifestarsi ansia, disturbi del comportamento alimentare, dipendenze. Ma anche psicosi, allucinazioni, sindrome da deficit dell'attenzione e iperattività.

Le persone bipolari hanno maggiori rischi di soffrire di cardiopatie, emicrania, malattie della tiroide, diabete, obesità.

Come si cura


Il trattamento mira a controllare le alterazioni dell'umore e i sintomi collegati. Si tratta solitamente di prescrivere farmaci mirati da abbinare a sedute di psicoterapia. Si usano degli stabilizzatori dell'umore con prescrizione a lungo termine, da associare a sedute dal medico per parlare del trattamento e della malattia, di come evolve. È consigliato anche fare attività fisica regolare, fare qualcosa che si ama fare, dormire bene, mangiare bene. Avere accanto un amico o un famigliare per affrontare il trattamento è consigliabile.

Photo by Elijah Hiett on Unsplash

  • shares
  • Mail