Omocisteina alta, cosa fare

Cosa fare in caso di omocisteina alta (o iperomocisteinemia)? Ecco quali sono i rimedi più indicati.

Analisi del sangue

L’omocisteina è un aminoacido che si trova nel nostro organismo in quantità molto ridotte, ma quando i livelli di questo aminoacido aumentano si innesca una condizione nota con il nome di iperomocisteinemia, un problema che rappresenta un importante campanello d’allarme per il rischio di svariate malattie, come quelle cardiovascolari, cerebrovascolari o periferico-vascolari.

Se si registra un livello eccessivo di questo aminoacido a livello plasmatico sarà dunque importante mettere in pratica i consigli e i suggerimenti che vi indicherà il vostro medico. Prima di scoprire quali sono i rimedi per ridurre i livelli di omocisteina analizziamo i valori normali.

Omocisteina: valori di riferimento


I valori di riferimento dell’omocisteina sono i seguenti:


  • Fino a 15 anni: 3 – 10 μmol/L

  • Fino a 65 anni: 3 – 15 μmol/L

  • Over 65: 3 – 20 μmol/L


Tali valori possono variare leggermente da un laboratorio di analisi all’altro.

Omocisteina alta: le cause e i rimedi


Ma quali saranno le cause dell’omocisteina alta? E quali i rimedi più indicati?

Tra i fattori che potrebbero portare una persona ad avere livelli plasmatici di omocisteina più alti rispetto al normale vi sono un’alimentazione scorretta, una carenza di vitamine del gruppo B, uno stile di vita eccessivamente sedentario, deficit di enzimi coinvolti nelle vie metaboliche dell’omocisteina, il vizio del fumo, aumento della massa muscolare e assunzione di alcuni tipi di farmaci.

Per ridurre i livelli dell’omocisteina sarà dunque importante seguire un sano stile di vita, svolgere regolare attività fisica e mangiare in modo adeguato, assumendo soprattutto le giuste quantità di vitamine del gruppo B.

via | Farmacoecura, Albanesi

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail