Oggi è la Giornata Mondiale contro la Polmonite

Il 12 novembre si celebra la Giornata Mondiale contro la Polmonite. Ecco da dove origina questa ricorrenza.

Polmoni, schema

Lo sapevate che il 12 novembre si celebra la Giornata Mondiale contro la Polmonite? La polmonite è una patologia spesso sottovalutata eppure è uno dei principali problemi di salute sia per i bambini che per gli adulti. Sono tantissime le persone che ogni anno si ammalano e muoiono di polmonite, sia essa primaria, sia essa una complicanza di altre patologie, fra cui anche l'influenza. Pensate che secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità è la polmonite la principale malattia infettiva che colpisce i bambini al di sotto dei 5 anni di età. Inoltre ogni anno muoiono di polmonite almeno 1 milione di persone e di queste 4 su 5 sono bambini al di sotto dei 2 anni.

Giornata Mondiale della Polmonite: storia e origini

Ma da dove nasce questa ricorrenza? Il World Pneumonia Day è nato nel 2009 ed è arrivato qui da noi in Italia con il nome di Giornata Mondiale contro la Polmonite. Sono state l'Organizzazione Mondiale della Sanità e l'UNICEF a volerlo creare in modo da sensibilizzare l'opinione pubblica su questa malattia, conoscendola meglio anche dal punto di vista delle terapie e dei vaccini.

Che cos'è la polmonite?

Così come ci spiega un articolo presente su PubMed, con il termine di polmonite si intende un'infiammazione dei polmoni, in particolar modo degli alveoli polmonari e dei tessuti circostanti. Le cause di polmonite sono diverse:

  • batteri: pneumococchi, Haemophilus influenzae, Mycoplasma pneumoniae
  • virus (solitamente, però, sono i batteri che arrivano a complicare una malattia respiratoria virale pre esistente)
  • funghi
  • sostanze tossiche (per inalazione)
  • reazioni allergiche
  • radiazioni

Questi, invece, sono i sintomi della polmonite, quelli più comuni:

  • febbre alta
  • brividi
  • debolezza
  • abbattimento
  • sensazione di malessere
  • tosse con espettorazione di catarro
  • tachipnea
  • difficoltà di respirazione
  • fiato corto
  • dispnea

Non è detto che tutti i sintomi si manifestino contemporaneamente, mentre sono possibili anche altri sintomi meno comuni:

  • diarrea
  • dolore addominale
  • sonnolenza
  • confusione mentale

La polmonite non deve essere presa alla leggera: persone in buona salute, senza malattie pregresse, possono metterci anche settimane prima di guarire. Ma persone immunodepresse, anziani, bambini, pazienti con altre patologie (anche cardiache) possono impiegarci mesi prima di guarire del tutto. Inoltre spesso la polmonite può avere complicazioni potenzialmente mortali se viene trascurata. Da tenere in considerazione anche determinati fattori di rischio:


  • bambini
  • anziani
  • pazienti immunodepressi (anche da diabete, problemi renali, AIDS o tumori)
  • asma
  • BPCO (broncopatia cronica ostruttiva)
  • malattie cardiache
  • fumo
  • influenza e altre patologie virali
  • pazienti allettati
  • pazienti con difficoltà a deglutire per altri motivi come un ictus (rischio di polmonite ab ingestis)
  • farmaci antiacidi

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail