Greta Thunberg, premio Nobel alternativo "Right Livelihood": perché lo ha vinto

L’attivista Greta Thunberg ha ricevuto il Premio Nobel Alternativo "Right Livelihood". Ecco le motivazioni.

La giovanissima attivista svedese Greta Thunberg ha ricevuto il Premio "Right Livelihood" (esistenza giusta). La ragazza, che da tempo si batte per lo sviluppo sostenibile e contro il problema dei cambiamenti climatici, è stata premiata insieme ad altre tre persone, ovvero l'attivista per i diritti umani Aminatou Haidar, l’avvocatessa cinese che si batte per la difesa dei diritti delle donne, Guo Jianmei, e Davi Kopenawa, che si batte per i diritti del popolo Yanomami del Brasile.

Il premio Right Livelihood è stato istituito per la prima volta nel 1980, per sostenere le persone che si impegnano a risolvere i problemi che affliggono il nostro Pianeta. Questo premio è noto anche come «Nobel alternativo». La giovane ragazze svedese ha ottenuto il riconoscimento perché, grazie al suo lavoro, ha "ispirato e amplificato richieste politiche per azioni urgenti sul clima basate sulla scienza".

Con il Right Livelihood Award 2019 onoriamo quattro persone “visionarie” il cui ruolo carismatico ha spinto milioni di persone a difendere i loro diritti inalienabili e a lottare per un futuro sostenibile per tutti sul pianeta Terra

ha reso noto Ole von Uexkull, direttore esecutivo della Right Livelihood Foundation.

Non sono io ad aver vinto. Io sono parte di un movimento globale di studenti, giovani e adulti di tutte le età che hanno deciso di agire in difesa del nostro pianeta. Divido il premio con loro

ha invece commentato la Thunberg. Insieme al riconoscimento, Greta e gli altri attivisti premiati riceveranno 1 milione di corone svedesi (pari a circa 94mila euro). Il premio sarà consegnato il prossimo 4 dicembre, e garantirà un supporto necessario ai vincitori, affinché possano continuare a svolgere il loro lavoro per migliorare il nostro mondo.

via | AdnKronos, Il Manifesto
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail