Bite fai da te: i rischi da non sottovalutare

I bite fai da te sono davvero sicuri? Ecco cosa spiega l’esperto.

Bite fai da te

I bite fai da te sono effettivamente sicuri? A spiegarci di cosa si tratta e quali sono i fattori e i rischi da tenere in considerazione sono i membri dell’Associazione specialisti italiani in ortodonzia (Asio), i quali spiegano che chi effettua cure ortodontiche con gli allineatori trasparenti senza prima rivolgersi a un professionista in carne e ossa potrebbe mettere a rischio la propria salute.

Gli allineatori trasparenti fai da te (o Bite fai da te) vengono realizzati sostanzialmente senza una visita approfondita. L'azienda spedisce infatti un kit per eseguire un’auto-rilevazione a casa dell'impronta della propria dentatura, che poi verrà quindi spedita nuovamente all'azienda che realizzerà il bite. Quest’ultimo sarà poi spedito direttamente al cliente, che potrà cominciare a usarlo. Come appare ben chiaro l’utilizzo di questi strumenti non è supervisionato a livello professionale e ciò può comportare seri danni per la salute dei soggetti.

In alcuni di questi sono stati rilevati danni irreparabili alle arcate dentali. Per questo motivo lo scorso anno l'associazione degli ortodontisti americani ha presentato denunce in 36 Stati americani, sostenendo la violazione di quelle leggi che regolano l'esercizio dell'odontoiatria. Anche in Italia, purtroppo, si sta diffondendo questa moda anche se ancora agli inizi

spiegano i membri dell’Asio, aggiungendo che, nel caso di strumenti del genere, la diagnosi e la supervisione da parte di un ortodontista esperto sono a dir poco necessarie.

Non può essere sufficiente un breve test su Internet ed un acquisto in remoto per ottenere la correzione della propria malocclusione, senza tenere in debito conto non solo la sicurezza ma anche e soprattutto una valutazione specialistica, una corretta diagnosi, un monitoraggio continuo e costante dei progressi per raggiungere il risultato desiderato.

via | AdnKronos
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail