Dieta ricca di grassi: gli effetti dannosi per il cervello

Seguire una dieta ricca di grassi influenza negativamente anche la salute del cervello. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Dieta ricca di grassi

Un nuovo studio condotto dai membri dell’Università di Yale rivela che le diete ricche di grassi possono causare delle irregolarità nella regione dell'ipotalamo del cervello, che regola l'omeostasi e il metabolismo del peso corporeo.

Gli autori dello studio hanno analizzato un campione di animali esposti ad una dieta ricca di grassi, analizzando il grado di infiammazione nell’ipotalamo, ed hanno scoperto che vi sono dei cambiamenti strutturali nelle cellule della microglia (ovvero quelle che regolano le infiammazioni del sistema nervoso centrale) di coloro che seguono un dieta ricca di grassi.

Tali cambiamenti strutturali sono causati da cambiamenti nei mitocondri, che sono risultati più piccoli a causa di una proteina (la proteina di disaccoppiamento mitocondriale 2 o UCP2), che regola l’apporto e l’utilizzo dell’energia nei mitocondri. Tutto ciò andava a influenzare i neuroni che, una volta ricevuto il segnale di infiammazione provocato dal consumo di alimenti troppo grassi, spingevano gli animali a mangiare di più, portandoli all’obesità. Rimuovendo la proteina UCP2 dalla microglia, gli animali tornavano però a mangiare meno.

I ricercatori hanno osservato che l'infiammazione si verifica nell'ipotalamo già tre giorni dopo il consumo di una dieta ricca di grassi, quindi prima che si manifestino i segni dell’obesità.

Siamo rimasti incuriositi dal fatto che si tratta di cambiamenti molto rapidi che si verificano anche prima dei cambiamenti del peso corporeo e volevamo capire il meccanismo cellulare sottostante. Esistono specifici meccanismi cerebrali che si attivano quando ci esponiamo a specifici tipi di alimenti. Questo è un meccanismo che può essere importante da un punto di vista evolutivo.

via | ScienceDaily

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail