Cambiamenti climatici, Greta Thunberg: solo negli Stati Uniti si discute sulla loro esistenza

Sui cambiamenti climatici Greta Thunberg a New York non ha dubbi: solo gli USA ancora credono che non esistano.

Greta Thunberg

Greta Thunberg è a New York, dove sta partecipando a numerosi eventi in vista del Summit per il clima dell'Onu in programma lunedì 23 settembre 2019. L'attivista svedese di 16 anni è arrivata negli Stati Uniti in barca a vale: da tempo, infatti, ha rinunciato non solo ai viaggi in auto, ma anche a quelli in aereo, fedele alla sua ricerca di avere il minor impatto possibile sulla Terra, anche con i suoi spostamenti.

Arrivata a New York, Greta Thunberg (che ha definito la città molto rumorosa, oltre che sporca e non proprio profumata, proprio a causa dell'inquinamento che nella metropoli causa molti disagi) ha sottolineato di essere stupita del fatto che ormai in tutto il mondo è provato scientificamente che i cambiamenti climatici esistono e sono in atto. Tranne che negli Stati Uniti, dove sono ancora messi in dubbio. Dallo stesso presidente, Donald Trump.

Come ha sempre detto la giovane attivista svedese, non dobbiamo ascoltare lei, ma la scienza:

Vi sto sottoponendo questo rapporto come mia testimonianza perché non desidero che ascoltiate me. Desidero che ascoltiate gli scienziati, e voglio che vi uniate dietro la scienza. E voglio che agiate.

Purtroppo, però, aggiunge Greta Thunberg, l'opinione pubblica non è abbastanza informata sulla gravità della crisi e di quella che è una vera e propria emergenza esistenziale. E ai Repubblicani che hanno puntato il dito cootro altri paesi, come la Cina, rei secondo loro di essere i maggiori produttori di inquinamento e di emissioni, lei ricorda:

Vengo dalla Svezia, un piccolo paese. Lì si usano le stesse argomentazioni: ‘Perché dovrei fare qualcosa? Guarda come vanno le cose negli Stati Uniti’. Giusto per dirvi che questo argomento è lo stesso che viene anche usato contro di voi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail